ULTIMA ORA:

Edilizia: Giorgetti, ‘da superbonus contributo a ripresa, sostenere ancora settore’

Condividi questo articolo:

Cernobbio (Como), 1 apr. (Adnkronos) – “I bonus edilizi riconosciuti negli ultimi due anni hanno generato finora un impatto sulle casse dello Stato di circa 117 miliardi. La recente decisione di Eurostat sulla loro contabilizzazione “per competenza”, che ha determinato una consistente revisione dei deficit del triennio 2020-2022, ha reso evidente la necessità di intervenire per evitare di appesantire ulteriormente il bilancio ed esaurire i margini per le altre esigenze di intervento].

“Non nego che il superbonus abbia contribuito alla ripresa economica ed è importante continuare a sostenere il settore edilizio. Non si può però dimenticare che a questi crediti corrisponde un debito a carico del bilancio dello Stato non ancora contabilizzati da Eurostat e istat ma debito da onorare nei prossimi anni per interventi che, a conti fatti, vanno a interessare meno del 5 per cento del patrimonio immobiliare esistente con approccio regressivo”. Lo sostiene il ministro dell’economia Giancarlo Giorgetti nel suo intervento al forum Ambrosetti in corso a Cernobbio ricordando come i bonus edilizi riconosciuti “negli ultimi due anni hanno generato finora un impatto sulle casse dello Stato di circa 117 miliardi”.

“Siamo però intervenuti (correzione delle norme sui bonus edilizi adottata a metà febbraio, ndr) per sistemare alcune delle criticità emerse nel corso del tempo. In particolare le modifiche approvate questa settimana dal Parlamento sono intervenute per alleviare i vincoli di capienza fiscale consentendo di allungare a 10 anni il periodo entro il quale sfruttare i crediti riconosciuti e forse anche allungare il peso sul bilancio ciò per cassa dello Stato” conclude.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net