Csm: Bonafede, ‘importante riforma, scardinare correntismo’

Condividi questo articolo:

Roma, 7 ago. (Adnkronos) – Con la riforma del Csm si punta a “scardinare il correntismo”. I componenti della sezione disciplinare verranno scelti con sorteggio e non potranno far parte di altre commissioni e per le nomine per gli uffici giudiziari si vuole evitare “qualsiasi logica spartitoria”, con lo “stop delle nomine a pacchetto: si deve seguire un ordine cronologico, in modo da evitare che possano arrivare sul tavolo del Consiglio più nomine contemporaneamente, che possono assecondare logiche spartitorie che vogliamo superare”. Lo ha affermato il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, nella conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri.

Per quanto riguarda l’elezione dei membri togati, che saranno 20 con 10 componenti laici, ci saranno 19 collegi territoriali, con un sistema a doppio turno e la garanzia della parità di genere per candidature e preferenze.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net