**Calcio: Veltroni, ‘terzo scudetto Roma il mio battesimo del fuoco da sindaco’**

Condividi questo articolo:

Roma, 16 giu. (Adnkronos) – Il terzo scudetto della Roma, 20 anni fa “fu il mio battesimo del fuoco come sindaco. Ero stato eletto da poco e rischiai anche perdermi la festa perché mentre la Roma giocava contro il Napoli ero in ospedale per un’appendicite. Fortunatamente la festa si concretizzò dopo la partita con il Parma e riuscii a partecipare”. Lo racconta all’Adnkronos il sindaco di allora, Walter Veltroni, entrato in carica il 28 maggio 2001 e subito alle prese con l’incontenibile esplosione di gioia nella capitale a partire dal pomeriggio del 17 giugno successivo. “Incontenibile, esatto: e perché mai avremmo dovuto contenerla? -sottolinea Veltroni-. Ricordo che decidemmo di accompagnare quella gioia con occhio ‘istituzionale’ attento ma senza intervenire. D’altronde quando c’è una gioia di quel tipo non succede niente di sbagliato”.

Oltre un mese di festa continua in strada “e neanche un sanpietrino divelto, era bellissimo e credo che sia stato un momento di allegria anche per chi non tifava Roma. Mai vista una folla così al Circo Massimo, forse solo quando organizzammo la festa per i Mondiali del 2006, anche allora un lavoro gigantesco. Un clima di allegria e gioia continue, non frequente in città e che ha adesso un valore ancora maggiore, dopo il periodo che abbiamo passato”. Della festa al Circo Massimo Veltroni ricorda solo in momento di possibile rischio: “delle persone si arrampicarono sugli edifici circostanti: Sensi e io chiedemmo loro di scendere e riuscimmo a convincerli”.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net