Calcio: Tavecchio, ‘Europei grazie a nostra attività diplomatica, sarebbe un guaio perderli’

Condividi questo articolo:

Roma, 12 apr. (Adnkronos) – “Aprire al pubblico a Roma che avere gli Europei? Abbiamo ottenuto gli Europei grazie alla nostra attività diplomatica, che ha portato alla presidenza della Uefa Ceferin, altrimenti quattro partite a Roma non le vedevamo di sicuro, e questo lo hanno capito in pochi. Sarebbe un vero guaio se non si verificassero tutte le situazioni favorevoli per far si che si possa fare l’Europeo a Roma”. Sono le parole dell’ex presidente della Figc, Carlo Tavecchio, all’Adnkronos, sulla corsa contro il tempo per tenere a Roma 4 partite dei prossimi campionati Europei di calcio. Il Cts deve dare il via libera al pubblico negli stadi ma l’Uefa ha fissato il termine della decisione per il 19 aprile.

“In una situazione drammatica come questa, del calcio nazionale e internazionale, ci dimentichiamo che è cambiato il calcio professionistico per questioni economiche e a caduta tutto il resto avrà delle grosse situazioni di difficoltà. Se ci si mette anche questo, sarebbe la ciliegina sulla torta….”, ha aggiunto Tavecchio che è stato uno dei grandi sponsor dello sloveno Aleksander Ceferin per la presidenza della Uefa. “Il Cts vorrebbe una proroga per prendere la decisione? L’Uefa è un organismo molto rigido, che ha una burocrazia notevole, ma io spero che la conceda. Abbiamo ottimi rapporti con il presidente Ceferin, quello che è stato seminato bisogna metterlo a frutto. Gravina ha scritto al premier Draghi? Sono tutti atti da fare, lo condivido perfettamente”, ha concluso l’ex numero uno della Figc.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net