ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Infortuni: precipita in cantiere, operaio muore in provincia Varese**-Ue: terminata riunione informale leader, photo opportunity e ora vertice India-Ue: Von der Leyen, 'al fianco India in momento così difficile'-**Pasolini: a Casarsa per la prima volta esposti i 'quaderni rossi', diario sentimentale**-**Pasolini: a Casarsa per la prima volta esposti i 'quaderni rossi', diario sentimentale** (2)-**Pasolini: a Casarsa per la prima volta esposti i 'quaderni rossi', diario sentimentale** (3)-Ue: iniziato vertice con India, Modi collegato da Nuova Delhi-F1: Gp Spagna, Verstappen il più veloce in terze libere, terzo Leclerc-Calcio: Serie B, Maria Marotta nella storia, primo arbitro donna-Amministrative: Lupi, 'bene tavolo centrodestra, tema non solo candidati ma proposta governo'-Roma: centrosinistra sottoscrive Cata intenti e regolamento per primarie 20 giugno-Peschereccio attaccato dai libici, arrivato nel porto di Mazara-Tennis: Internazionali Bnl, Giorgi debutta con la spagnola Sorribes Tormo-Mantova: clienti in orario di coprifuoco, questura chiude locale per 5 giorni-Cremona: aveva favorito l'induzione alla prostituzione di una giovane, arrestata-Recovery: Eni, condividiamo obiettivi di fondo e molte scelte compiute in Pnrr-Csm: Gasparri, 'Mattarella faccia conoscere suo pensiero, azioni Morra inaccettabili'-Galli: "No immunità di gregge con questi vaccini covid"-Ple: sondaggio Noto, 'per movimento liberale bacino del 35 per cento'-Ple: sondaggio Noto, 'per movimento liberale bacino del 35 per cento' (2)

Il mondo investe troppo nei combustibili fossili. Poco nelle rinnovabili

Condividi questo articolo:

Il mondo investe ancora troppo denaro nei combustibili fossili e ancora troppo poco nelle energie rinnovabili: nel 2010 le rinnovabili hanno ottenuto contributi per 66 miliardi di dollari, i combustibili per 775 miliardi

Nel mondo si investe ancora troppo nei combustibili fossili, a scapito delle energie rinnovabili. Le energie rinnovabili, infatti, hanno ricevuto nel 2010 contributi per 66 miliardi di dollari, che confrontati con i contributi ricevuti dai combustibili fossili, 775 miliardi nel 2010 e oltre un trilione di dollari quest’anno, sono veramente pochi. I dati sono contenuti nella ricerca Vital Signs,  condotta per il Worldwatch institute.

Il documento svela anche quali sono i paesi che puntano maggiormente sui combustibili fossili: il Kuwait e l’Iraq. La situazione sull’investimento nel settore delle energie, però, muta totalmente se si guarda agli ai contributi ricevuti per kilowattora prodotto: l’energia derivante da fonti rinnovabili riceve incentivi nell’ordine di 1,7-15 centesimi di dollaro per kilowattora, contro i 0,1-0,7 centesimi ricevuti dai combustibili fossili.

Se si riducessero i contributi per i combustibili fossili e nel giro di 8 anni tali contributi venissero eliminati completamente allora, secondo le proiezioni della International Energy Agency, il consumo globale di energia si ridurrebbe del 3,9% l’anno e la domanda di petrolio si ridurrebbe di 3,7 milioni di barili al giorno, la domanda di gas naturale potrebbe essere tagliata di 330 miliardi di metri cubi e la domanda di carbone scenderebbe di 230 milioni di tonnellate.

(gc)

Questo articolo è stato letto 14 volte.

combustibili fossili, energia, energia pulita, energie rinnovabili, fonti pulite, fonti rinnovabili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net