Fotovoltaico in crescita in Sardegna, ma l’energie prodotta scarseggia

In Sardegna sono state installati 367 impianti in più rispetto al 2013, ma le performance del fotovoltaico non sono eccellenti

 

Nel 2014 sono stati installati in Sardegna 4.622 impianti fotovoltaici, 367 in più rispetto al 2013: sono stati  investiti 268 milioni di euro, dato in crescita rispetto ai 247 milioni del 2013. A darne notizia è uno studio del Cna Sardegna secondo cui, alla fine dell'anno risulteranno installati nella regione oltre 30 mila impianti fotovoltaici, per una potenza complessiva di 789 Mw di picco. Nonostante i nuovi investimenti, però la regione risulterà la decima regione d'Italia per potenza installata, e la nona per numero di impianti.

 ‘Nonostante l'esaurimento degli incentivi a pioggia che hanno caratterizzato gli ultimi nove anni, la riduzione di quasi un sesto rispetto al 2005 dei costi di componenti e installazione e la possibilità di accedere agli sgravi fiscali del 65% per l'efficienza energetica e al risparmio in bolletta (considerando anche la vendita della produzione in eccesso rispetto ai propri consumi) continuano a rendere conveniente l'investimento sul fotovoltaico’, spiegano Francesco Porcu e Giancarlo Lilliu, rispettivamente segretario e vice presidente vicario della Federazione regionale Costruzioni-Impianti della Cna Sardegna.

 

Ma nonostante il fotovoltaico cresce, la perfomance degli impianti non è eccellente. Le cause sono da ricercarsi nell'insolazione giornaliera media annua (un fattore che dipende dalla latitudine e dalle condizioni climatiche tipiche di un territorio), nei fenomeni di ombreggiamento, legati ad esempio al posizionamento degli impianti in contesti urbani piuttosto che in campagna;  nella dimensione dei pannelli installati.  

gc

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER