ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Sangalli: 'Risorse Next Generation Eu centrali per giovani e Paese'-Ismea, Covid non frena export pasta italiana-Cristina Mezzanotte è la nuova presidente di Manageritalia Emilia Romagna-Mafia: Pg Caltanissetta Sava, ‘Rianalizzare i reperti ritrovati sui luoghi delle stragi del ‘92’ (2)-Mafia: Pg Caltanissetta Sava, ‘Rianalizzare i reperti ritrovati sui luoghi delle stragi del ‘92’ (3)-Mafia: Pg Caltanissetta Sava, ‘Rianalizzare i reperti ritrovati sui luoghi delle stragi del ‘92’ (4)-Mafia: Pg Caltanissetta Sava, ‘Rianalizzare i reperti ritrovati sui luoghi delle stragi del ‘92’ (5)-Coronavirus: Sala, 'più metropolitane? Ci vogliono 3 anni dall'ordine'-Coronavirus: Sala, 'aiutare categorie penalizzate da coprifuoco'-Design: ManoMano.it, casa tempio del relax e habitat del tifoso-Design: ManoMano.it, casa tempio del relax e habitat del tifoso-Coronavirus: Sala, 'impennata ricoveri, coprifuoco non è follia lombarda'-Milano: Sala, 'ragiono su ricandidatura, stupito da parole Paolo Veronesi'-ONLYOFFICE, la suite all-in-one che semplifica l’attività delle PMI che operano in smartworking e in modalità diffusa-Coronavirus: anestesista Codogno, 'sorpresi da numeri contagi, sistema rischia collasso'-Coronavirus: Gori (Policlinico), 'serve auto lockdown, Milano non diventi Bergamo'-Coronavirus: Gallera, 'situazione Milano è difficile, vaccini basteranno'-Coronavirus: Gori, 'monitoriamo tpl, pronti a chiedere pullman a privati'-Coronavirus: Gallera, '10 regioni peggio di Lombardia, ospedali funzionano'-Mafia: legale figli Borsellino, 'ergastolo Messina Denaro ulteriore tassello per trovare verità'

Alimentare un’isola dal mare

Condividi questo articolo:

Il più grande impianto solare al mondo in mare è in un resort alle Maldive

Il resort Lux* South Ari Atoll delle Maldive è una struttura a cinque stelle, situata sulla bellissima isola di Dhidhoofinolhu, ed è diventata famosa per aver iniziato una collaborazione con l’azienda di tecnologia solare galleggiante SwimSol, che fornisce il suo sistema brevettato SolarSea per aiutare nella fornitura dell’energia.

La tecnologia SolarSea è la più grande centrale solare del mondo situabile in mare e, in questo caso, aiuta a raccogliere energia solare per alimentare l’isola, resistendo alle condizioni spesso brutali causate da onde, tempeste e acqua salata.

Il resort sta puntando da tempo a varie innovazioni per raggiungere l’obiettivo di ridurre al minimo la sua impronta ecologica e, infatti, prima di SolarSea, stava già utilizzando un sistema per il tetto, sempre della SwimSol. A questo, adesso, però, si sono aggiunte 12 piattaforme SolarSea sul mare, pannelli solari galleggianti che non fanno solo risparmiare denaro ma riducono l’impronta di carbonio del resort.

La capacità solare della proprietà è aumentata del 40% e ha raggiunto i 678 kWp – abbastanza per alimentare tutte le ville degli ospiti del resort nelle ore di punta. In questo modo, il Lux* South Ari Atoll sta risparmiando più di 260.000 litri di gasolio all’anno, che sono quelli che un tempo erano necessari per produrre la stessa quantità di energia, tramite i motori a combustione.

Gli ospiti possono vedere quello che accade, grazie a «localizzatore solare» in diretta, che è disponibile nelle ville e che mostra sia l’energia prodotta che il diesel e le emissioni di anidride carbonica risparmiati.
Oltretutto, le piattaforme solari galleggianti offrono anche riparo ai giovani pesci e, stando in superficie, sono anche in grado di stare ben al di sopra delle barriere coralline e delle creature che abitano dei fondali marini.

 

Questo articolo è stato letto 19 volte.

carbonio, ecocompatibile, ecosostenibile, energia solare, Lux* South Ari Atoll, maldive, mare, piattaforme galleggianti, resort, Riduzione emissioni, vacanze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net