ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Covid Italia, dati ultima settimana: incidenza casi più alta nel Lazio-Fegato e leucemia mieloide, Prix Galien Italia 2024 a Servier per cura target-E' morta Vera Slepoj, la psicologa e scrittrice aveva 70 anni-Idrosadenite suppurativa, l’esperto: "Più attenzione a qualità della vita"-Atp Halle, Sinner contro Struff ai quarti: dove vedere il match in tv, orario-A Roma i funerali del generale Graziano, feretro avvolto dal tricolore - Video-Leucemia linfoblastica acuta, Prix Galien Italia 2024 ad Amgen per immunoterapia-Trump e il confronto tv: "Non sottovaluto Biden, persona degna con cui discutere"-Roma, corrispondente Reuters: "Ho atteso 50 minuti taxi e niente, Capitale non merita turisti"-Si avvicina al tavolo di un ristorante e bacia bambino sulla bocca, fermato 48enne-Gaza, Israele distrugge lanciarazzi a Khan Younis. Blinken avverte su escalation Libano-Flavio Briatore torna in Formula 1, sarà consigliere esecutivo team Alpine-Meteo estremo sull'Italia, tra super caldo e forti temporali: le previsioni-Terremoto in Grecia, sisma di magnitudo 4.3 a Creta-Uccide la moglie a coltellate dopo una lite, 77enne fermato a Cagliari-Banda fa irruzione nella villa di Roberto Baggio, l'ex calciatore aggredito e rapinato-Arezzo, 80enne uccide la moglie con un colpo di pistola: arrestato-Turchia, mega incendio nel sudest: 5 morti e 44 feriti-Accusato di blasfemia, bruciato vivo dalla folla inferocita: orrore in Pakistan-Omicidi, estorsione e droga: blitz a Vibo Valentia, 14 arresti

La Denatalità in Italia: uno sguardo ai numeri

Condividi questo articolo:

Denatalità e sfide socio-economiche

L’Italia sta affrontando una crisi demografica significativa, segnata da un calo persistente del tasso di natalità. Questa tendenza, che persiste da decenni, pone serie sfide socio-economiche per il futuro. Esploriamo i dati attuali e le possibili cause di questo fenomeno.

Calo del tasso di natalità: i numeri
Secondo i dati dell’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT), il tasso di natalità in Italia ha continuato a diminuire negli ultimi anni. Nel 2022, il numero di nascite è sceso a circa 392.000, il più basso mai registrato nella storia recente del paese. Questo rappresenta una diminuzione drammatica rispetto al decennio precedente, dove le nascite annuali si aggiravano spesso intorno ai 500.000.
Il tasso di fecondità totale, ovvero il numero medio di figli per donna, è ora a 1.24, ben al di sotto della soglia di sostituzione di 2.1 che è considerata necessaria per mantenere stabile la popolazione senza l’aiuto dell’immigrazione.
Diversi fattori contribuiscono al calo della natalità in Italia:

  • L’incertezza economica è un fattore cruciale. L’Italia ha subito recessioni economiche multiple negli ultimi due decenni, che hanno portato ad alta disoccupazione e riduzione dei redditi, soprattutto tra i giovani adulti. Questo ha inevitabilmente influenzato le decisioni sui figli, con molte coppie che posticipano la genitorialità o decidono di non avere figli.
  • I cambiamenti nei valori socioculturali. C’è una crescente tendenza a valorizzare la libertà personale e le carriere, con molte donne che scelgono di investire nell’educazione e nella professione prima di considerare la maternità, ma questo anche per
  • la mancanza di supporti adeguati per le famiglie, come asili nido accessibili e misure di sostegno alla genitorialità. Nonostante alcuni passi avanti, l’Italia rimane indietro rispetto ad altri paesi europei in termini di politiche di supporto alle famiglie.

Un confronto con altri paesi europei mostra che, mentre paesi come la Francia e la Svezia hanno tassi di natalità relativamente più alti, grazie a politiche pro-famiglia più aggressive e un maggior sostegno sociale, l’Italia fatica a tenere il passo.

Il calo della natalità in Italia non è solo un problema demografico, ma anche un campanello d’allarme per possibili future crisi economiche e sociali, comprese le questioni relative al sostegno degli anziani e alla sostenibilità dei sistemi di welfare. Per affrontare questa sfida, sarà essenziale implementare politiche che possano incentivare la natalità, supportare le famiglie giovani e integrare efficacemente gli immigrati, fondamentali per compensare il calo demografico.

Questo articolo è stato letto 11 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net