ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Grappa: aumenta domanda prodotti premium e invecchiati, export +32% tra 2019 e 2022-Chiari (Cameo): "Parità genere centrale, dopo certificazione puntiamo a nostro Manifesto"-Imprese: Epar, contributo a fondo perduto per Academy aziendali anche per pmi-Cida, il 28 febbraio open day per petizione 'Salviamo il ceto medio'-Vino: Suavia, con 'I luoghi' il racconto di una famiglia e della sua terra-'Un concerto per le feste' all'Istituto Polacco di Roma-Libri: networking per costruire il futuro, esce 'Il Potere delle relazioni' di Marco Vigini-Ucraina, Architetti italiani 'in campo' con 'Design for Peace'-Design: Talenti compie 20 anni, outdoor made in Italy tra design e tecnologia-Subito, 2023 con incremento a doppia cifra fatturato rispetto al 2022 -Gallucci (Giovani Confindustria Fermo): "Il marketing a difesa del primato distretto calzatura Marche"-Mozzarella di bufala Dop: export oltre 40%, al via da Parigi tour di promozione-Crollo Firenze, Di Franco (Fillea): "Incontro lunedì con governo? vogliamo trattativa vera"-Milleproroghe, l'esperto: "Ecco come funzionano le nuove regole sul contratto a termine"-Vino, al via corso Onav Roma per assaggiatori - I livello-Fenimprese: ecco libro 'E' nata una stella', ricavato in beneficenza-Social, Udicon: influencer no, recensioni on line sì, ecco come italiani scelgono acquisti-Energia, Zullo (Miwa Energia): "Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente"-Professioni, Corrado Sassu: "L'agente immobiliare è l'investigatore privato di chi cerca casa"-Crollo Firenze, Cifa Italia: "Creare sistema di rating di qualità delle imprese"

Casa: quanto ci costa gestirla?

Condividi questo articolo:

Tra mutui, tasse, spese di condominio e bollette troppo care, avere una casa diventa costoso e faticoso

 

Comprare una casa è il sogno di tanti. Ma tutte le volte che il fisco riscuote le tasse, sono in tanti coloro che desidererebbero essere in affitto -un desiderio che dura solo il tempo del pagamento. La casa senza dubbio è uno dei beni primari e per i dati della Banca d’Italia è anche il 60% della ricchezza degli italiani. Ma negli ultimi anni, possedere una casa, significa dover versare nelle casse dello stato tasse su tasse, che spesso rendono difficile arrivare a fine mese. Quanto ci costa gestire una casa? Tanto, forse troppo.

Possedere una casa, tra bollette troppo care e mutui da pagare, diventa costoso. Se poi ci si mette l’Imu tutto diventa più difficile. Quando l’imposta pesava sulle prime casa il prelievo del tributo difficilmente superava lo 0,15% del valore reale dell’immobile. Non è così per chi possiede anche una seconda casa, su cui grava una tassa ben più alta. Se le disposizioni sulle tassazione immobiliare presenti nella legge di Stabilità venissero approvate nella formulazione che starebbe per essere pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, un contribuente di Milano o di Roma che nella medesima città possedesse una casa medio signorile che non riesce a vendere o ad affittare si troverebbe a pagare dall’anno prossimo oltre 3.000 euro di imposte, sommando Imu, Tasi e Irpef sul 50% del valore catastale.

Non dimentichiamo poi che, sempre dal prossimo anno, saremo soggetti al pagamento della tassa rifiuti, mediamente destinata a crescere del 20% se si vogliono coprire i costi di gestione del servizio. Ed è una tassa che si paga anche per chi è in affitto.

Sempre più difficile gestire una casa anche a causa del costo del condominio. Mentre nelle regioni del Sud la maggior parte delle case sono indipendenti, nelle grandi città i possessori di una casa (e a volte anche gli affittuari9 devono far fronte alle spese di condominio, che, viste le ultime norme, sono aumentate. Le spese aumentano sia perché le nuove disposizioni prevedono lo stanziamento obbligatorio di fondi a copertura dei lavori di manutenzione straordinaria, sia perché i nuovi amministratori di condominio dovranno essere persone competenti e professioniste.

 

Tra tasse e mutui che diventano impossibili da pagare e da ottenere, comunque, sono diminuiti gli acquisti di case. Nel primo semestre di quest’anno si sono vendute in Italia solo 203.131 abitazioni; nello stesso periodo del 2006, quando il mercato andava a gonfie vele, erano 439.632. In termini percentuali il calo di vendite è stato del 54%.

gc

Questo articolo è stato letto 23 volte.

acquisto casa, casa, cerco casa, costi gestione casa

Comments (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net