Una pianta puo’ raggiungere un’altezza massima di 140 metri. Ecco il perche’

Condividi questo articolo:

Una pianta puo’ raggiungere una altezza massima di 140 metri. Solo a questa altezza si trova l’equilibrio tra la forza del vento che porta l’acqua alle foglie e la forza di gravita’

L’altezza di una pianta dipende dalla sua capacità di trasportare l’acqua alle foglie. Il massimo che può raggiungere un albero è circa 138 metri e il limite non dipende da difficoltà strutturali ma dal fatto che l’acqua, dal suolo, deve raggiungere anche le foglie che si trovano in cima, per la fotosintesi. Alcuni studiosi statunitensi hanno infatti scoperto che le foglie che si trovano in alto in abeti Douglas soffrono di ‘stress’ da siccità.

Nelle piante l’acqua è trasportata dal vento, che fa si che attraverso dei tubicini che si trovano nel tronco il liquido arrivi dalle radici alle fonte più alte. Alla forza del vento si oppone la forza della gravità, che tira l’acqua verso il basso, creando il rischio che nei tubicini si formino delle bolle d’aria, che bloccherebbero la circolazione.

Una pianta perciò non può essere alta più di 140 metri. A questa altezza, infatti, si trova il giusto equilibrio tra le due forze. L’altezza vertiginosa, comunque, è raggiunta da poche piante, come l’abete Douglas e una specie di sequoia, sequoia sempervirens.

(gc)

Questo articolo è stato letto 198 volte.

acqua piante, alberi, altezza piante, crescita piante, natura, piante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net