ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Lombardia: 150mila euro per favorire la realizzazione di orti urbani-Eni: procura Milano chiede archiviazione per Descalzi e altri su caso Congo-Senato: La Russa, 'mi sento spesso inadeguato come presidente'-Calcio: Serie A, nove squalificati per un turno-Sci: Mondiali, Kilde leader davanti a Innerhofer dopo la prima prova della discesa-**Sanremo: Fagnani, 'stasera porto il tema della scuola nelle aree più fragili del Paese'**-Calcio: Serie A, Cremonese e Samp vicine a retrocedere, in quota Verona punta a rimonta-**Sanremo: Amadeus, 'Blanco mi ha chiamato e ha chiesto scusa'**-F1: Leclerc guida ad Abu Dhabi la Ferrari 2003 di Schumacher, 'incredibile guidare questa bestia'-Calcio: De Laurentiis, 'Osimhen non è in vendita, Napoli non ha debiti e non ha bisogno di cedere'-Huawei nelle piazze d’Italia con ‘SmartBus’ per promuovere la sicurezza digitale-Video porno con minorenne, giovanissima salvata da scuola e polizia-Sci: Bassino, 'ho tremato fino alla fine e ora sono felice, la vittoria è il coronamento del lavoro'-Sci: Mondiali, Bassino trionfa nel superg davanti a Shiffrin e conquista il 2° oro per l'Italia-Alimentare: Meloni, 'patrimonio da difendere, tra priorità governo'-La stanza su Airbnb per combattere il caro vita-'Ndrangheta: Meloni, 'con Strangio 3° arresto in pochi giorni, lotta a criminalità priorità governo'-Covid, nuovo test molecolare rapido distingue tra virus e influenza A e B-Alimentare: Meloni, 'faremo valere posizioni Italia in tutti dossier strategici'-Calcio: Serie A, gli arbitri della 22/a giornata

Marte era ricco di fiumi e laghi

Condividi questo articolo:

Marte era ricco di fiumi e laghi: 4 miliardi di anni fa il pianeta rosso era riscaldato da un effetto serra che permetteva lo scorrere di acqua liquida in superficie

 

Su Marte c’erano fiumi e laghi. A dirlo sono i modelli climatici secondo i quali il pianeta era sufficientemente riscaldato da un effetto serra tale da permettere lo scorrere di acqua liquida in superficie. I modelli che presentano questa nuova verità, sono stati elaborati dal gruppo coordinato da Jim Kasting, della Pennsylvania State University e del centro di astrobiologia della Nasa presso l’università di Washington.

 

Marte è ricco di canali e valli apparentemente scolpiti, circa 4 miliardi di anni fa, da fiumi e laghi. Ma l’ipotesi non era stata presa in considerazione precedentemente a causa del fatto che  all’epoca il Sole avesse una luce così debole da non riscaldare a sufficienza Marte per permettere all’acqua di esistere allo stato liquido. A dare una risposta a tutto questo sono i nuovi modelli climatici che mostrano che in quel periodo l’atmosfera di Marte era composta da un mix di vapore acqueo, anidride carbonica e tanto idrogeno molecolare (il 5%), ossia idrogeno legato a un’altra molecola dello stesso elemento. Le alte concentrazioni di idrogeno molecolare atmosferico potrebbero essere state fornite dalla vigorosa attività vulcanica presente all’epoca su Marte. 
Da questo modello della composizione dell’atmosfera deriva che c’erano le condizioni per un effetto serra tale riscaldava la superficie del pianeta in modo sufficiente da consentire l’esistenza dell’acqua liquida.

gc

Questo articolo è stato letto 23 volte.

fiumi, laghi, Marte, pianeta rosso

Comments (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net