Il più grande paradosso dell’universo

Condividi questo articolo:

Una fisica teorica lancia una teoria che potrebbe spiegare perché il tasso di espansione dell’universo sta accelerando invece di rallentare

Come raccontato da The Guardian, una fisica teorica britannica ha sviluppato una teoria che potrebbe risolvere uno dei più grandi misteri dell’universo: ovvero perché, nonostante quello che dicono le leggi conosciute dalla fisica, il suo tasso di espansione sta accelerando piuttosto che rallentare.

La teoria, nota come «gravità massiccia», modificherebbe la teoria della relatività generale di Einstein per tenere conto di questa disparità di velocità. La fisica che c’è dietro, Claudia de Rham dell’Imperial College di Londra, ha appena ricevuto un premio da 75.000 Sterline per continuare a svilupparlo.

Attualmente, la migliore spiegazione che gli scienziati hanno dato su come il nostro universo conosciuto sia nato si concentra sull’idea di un Big Bang che ha fatto esplodere le particelle a partire da un unico punto. Quelle particelle poi hanno finito per formare prima atomi, poi molecole, pianeti, stelle e tutto il resto.

Basandosi sulla teoria della relatività generale di Einstein, le forze gravitazionali di tutti questi oggetti dovrebbero rallentare gradualmente la velocità di espansione dell’universo.

Ma nel 1998, gli scienziati hanno capito una cosa sconvolgente: non solo il tasso di espansione non stava rallentando, ma anzi, in realtà, stava accelerando. Non avevano idea del perché, quindi attribuirono l’accelerazione a una forza invisibile che chiamarono «energia oscura».

La rivoluzionaria teoria della gravità di De Rham elimina la necessità di energia oscura modificando la teoria della relatività generale di Einstein: invece di assumere che i gravitoni, le ipotetiche particelle responsabili della forza di gravità, siano privi di massa, come fece Einstein, suggerisce che ne abbiano un po’. Come ha spiegato a The Guardian, ciò consentirebbe alla gravità stessa di svolgere il ruolo attualmente attribuito all’energia oscura.

È del 2011 il primo documento in cui De Rham e i suoi colleghi parlano di questa teoria. La speranza è che ora i progressi nell’astronomia delle onde gravitazionali consentiranno di testare le previsioni della teoria della gravità massiccia entro il decennio.

 

Questo articolo è stato letto 34 volte.

espansione, gravità massiccia, teoria, universo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net