spazio

Quando “ti scappa” ma sei nello spazio

Condividi questo articolo:

spazio

La NASA lancia un concorso per la progettazione di un bagno da usare nello spazio

Se sospendessimo la realtà ed entrassimo nella sitcom «The Big Bang Theory», a vincere la chiamata alle armi della NASA sarebbe sicuramente Howard Wolowitz, l’ingegnere che nella fortunata serie si occupa di creare proprio una toilette a gravità zero che verrà utilizzata nella Stazione Spaziale Internazionale.

Eh già, perché se una cosa è certa è che espletare i propri bisogni nello spazio non è paragonabile a come questo succede sulla Terra.

Poiché per il progetto lunare Artemis, la NASA conta di (ri)andare sulla Luna entro il 2024, ci si sta preparando al viaggio in vari modi, compresi quelli che riguardano i nostri naturali bisogni meno poetici.

Per questo è stata lanciata la Lunar Loo Challenge, una competizione, aperta fino al 17 agosto, che permetterà ai 3 migliori progetti di toilette spaziale di spartirsi un montepremi da 35.000 Dollari.

Quello che chiede la NASA alla comunità scientifico-tecnica mondiale è che nell’ideare questi servizi igienici si pensi a dispositivi piccoli ed efficienti che siano in grado di funzionare sia nella microgravità che nella gravità lunare .

Tutti i servizi igienici già esistenti, infatti, ad esempio quello che opera nella Stazione spaziale internazionale (che purtroppo non è quello progettato da Howard Wolowitz), sono progettati solo per la microgravità.

Come riportato su HeroX, sito di connessione per questo genere di sfide, tornare sulla Luna entro il 2024 è un obiettivo ambizioso e la NASA sta già lavorando ad approcci per miniaturizzare e semplificare i servizi igienici esistenti.

Ma fare una chiamata all’intera comunità scientifica mondiale vuol dire sapere che ci saranno anche altri approcci alla risoluzione del problema, che vedranno in azione una mentalità diversa dalla tradizionale ingegneria aerospaziale.

Inoltre, la sfida è aperta anche alla «prossima generazione di esploratori dello spazio, ingegneri e scienziati», quindi c’è anche una categoria Junior, per gli under 18, che vuole vedere come affrontano i più giovani – i vincitori tra loro riceveranno un riconoscimento pubblico e un oggetto di merchandising ufficiale con logo NASA.

 

Questo articolo è stato letto 37 volte.

lunar loo challenge, Nasa, spazio

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net