Come un’ecografia, ma a distanza

Condividi questo articolo:

Trovato un metodo per guardare l’interno dei nostri corpi senza nemmeno toccarli

Gli scienziati del MIT hanno sviluppato un sistema di laser in grado di sondare l’interno del corpo umano, proprio come un’ecografia, ma a distanza.

Il sistema può immaginare accuratamente ciò che sta accadendo all’interno del corpo di una persona fino a una profondità di circa sei centimetri, secondo un comunicato stampa del MIT.

Anche se potrebbe non sembrare molto, è un primo passo davvero importante nella rimozione del contatto fisico dalle scansioni a ultrasuoni – che è un obiettivo necessario da raggiungere visto che, a volte, il contatto fisico può introdurre variabilità nelle letture del medico.

Il sistema, descritto nella ricerca pubblicata sulla rivista Light: Science & Applications, utilizza due laser: il primo per generare onde sonore che rimbalzano all’interno del corpo del paziente e il secondo per rilevarle mentre si riflettono.

I risultati non sono così accurati come quelli generati da un’ecografia convenzionale, riporta Gizmodo, ma il fatto che il sistema laser possa guardare all’interno del corpo di una persona a distanza senza bruciargli la pelle o gli occhi è un enorme passo avanti per le procedure mediche non invasive.

«Siamo all’inizio di ciò che potremmo fare con l’ecografia laser», ha dichiarato l’ingegnere del MIT Brian Anthony nel comunicato stampa.

«Immaginate di arrivare a un punto in cui potremo fare tutto ciò che gli ultrasuoni possono fare ora, ma a distanza. Questo ci dà un modo completamente nuovo di vedere gli organi all’interno del corpo e determinare le proprietà dei tessuti profondi, senza entrare in contatto con il paziente».

 

Questo articolo è stato letto 1 volte.

a distanza, ecografia, laser

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net