ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Didattica inclusiva, la rete dei tredici Atenei lombardi compie 10 anni-Covid: primario Niguarda Milano, 'aumentano ricoveri intensiva, 80% non vaccinati'-Covid oggi Italia, 17.030 contagi e 74 morti: bollettino 3 dicembre-Covid, Altroconsumo: "Due terzi degli italiani favorevoli al vaccino obbligatorio"-Volvo: in terzo trimestre vendite e ricavi in calo ma utile per 3,3 mld corone-Scuola, studenti liceo Righi: "Floridia ci ha dato speranza, ma serve collaborazione ufficiale"-Pnrr: accordo Governo-Anci, più spazi per assunzioni e fondi per i Comuni (2)-Università: didattica inclusiva, la rete dei tredici Atenei lombardi compie 10 anni-Università: didattica inclusiva, la rete dei tredici Atenei lombardi compie 10 anni (2)-Università: didattica inclusiva, la rete dei tredici Atenei lombardi compie 10 anni (3)-**Quirinale: grandi manovre al centro, Iv e Ci verso federazione, ma Calenda non ci sta**-**Quirinale: grandi manovre al centro, Iv e Ci verso federazione, ma Calenda non ci sta** (2)-**Quirinale: grandi manovre al centro, Iv e Ci verso federazione, ma Calenda non ci sta** (3)-Scuola, al via le 'assemblee del futuro' governo-studenti, momenti paralleli ad attività consulte-Disabili: Osservatorio Swg, per 65% italiani pandemia ha peggiorato loro vita-Covid: primario San Paolo Milano, 'ricoveri intensive Lombardia raddoppiati in 2 settimane'-**Manovra: braccio ferro in Cdm, salta proposta Draghi su contributo solidarietà** (2)-'Essere genitori oggi', una guida alla genitorialità-Covid: sindaco Codogno, 'noi da focolaio d'Italia a zero terapie intensive, vaccinati al 92%'-Pnrr: Draghi, 'avanti con coerenza e ordine, collaborare tutti e programmare'

Lavoratore in malattia può uscire di casa? Facciamo chiarezza

Condividi questo articolo:

Il lavoratore malato può uscire di casa? E a che condizioni?

Se un lavoratore è a casa in malattia ha facoltà di uscire di casa? O rischia di incorrere in problemi dal punto di vista legale?

È un problema che molti si sono posti perché in teoria, per i “furbetti”, si potrebbe arrivare fino al licenziamento per giusta causa.

Secondo una recente sentenza della Cassazione, ripresa dal sito laleggepertutti.it, durante gli orari della cosiddetta ‘reperibilità’, il lavoratore deve rimanere a casa o presso il diverso indirizzo comunicato all’azienda con il certificato medico (salvo le esenzioni per le malattie gravi) per consentire la visita fiscale del medico fiscale inviato dall’Inps. Per i lavoratori del settore privato: dalle 10 alle 12.00 e dalle 17 alle 19, 7 giorni su 7 (inclusi domeniche e festivi). Per i dipendenti pubblici: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, 7 giorni su 7 (inclusi domeniche e festivi).

Se durante gli orari di reperibilità siamo costretti ad uscire per una grave ragione, dobbiamo comunicarlo prima e, in caso non ne avessimo il tempo, dobbiamo essere in grado di dimostrare il carattere di urgenza della situazione.

In caso di assenza ingiustificata si perde il trattamento di malattia, con modalità diverse a seconda che non ci si faccia trovare alla prima, alla seconda o alla terza visita. Il datore di lavoro può licenziare il dipendente, ma solo nei casi più gravi.

Questo articolo è stato letto 27 volte.

lavoro, Legge, malattia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net