I super-dinosauri vivevano in Patagonia

Condividi questo articolo:

I resti fossili di un dinosauro di 20 metri di altezza e quasi 80 tonnellate di peso sono stati ritrovati nella regione argentina

 

 

Un femore lungo quasi due metri e mezzo.  Quando è stato ritrovato, in un luogo quasi ai confini del mondo come la Patagonia, tutti hanno capito che si trattava di una scoperta straordinaria. L’osso apparteneva ad un dinosauro gigantesco – 40 metri di lunghezza e 20 di altezza – ghiotto di vegetali che poteva arrivare a pesare 77 tonnellate, l’equivalente di 14 elefanti africani. Si stima che l’animale possa aver vissuto sulla terra fra i 90 e i 100 milioni di anni fa. L’animale appartiene alla specie di dinosauri quadrupedi, dal collo molto lungo, testa piccola, corpo molto grande.

Secondo i paleontologi che hanno esaminato i fossili ritrovati vicino La Flecha, circa 250 km ad ovest di Trelew potrebbe trattarsi di una nuova specie di Titanosauro, ancora più grande di quello conosciuto come Argentinosaurus, finora il più grande dinosauro dell’America del Sud, scoperto nel 1991.

 

Nel sito sono state trovate circa 150 ossa fossili di sette esemplari, il che dimostrerebbe che queste specie vivevano e si muovevano in gruppo. Il ‘nuovo’ dinosauro non ha ancora un nome, ma il team di paleontologi del Museo di Paleontologia “Egidio Feruglio” ritengono che altre importanti notizie potrebbero aversi dall’esame degli altri resti, tutti ritrovati in buone condizioni.

Questo articolo è stato letto 6 volte.

animali, dinosauri, dinosauri giganti, super dinosauri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net