ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Aborto Usa, Bonino: "Sentenza è richiamo anche per Italia"-Giochi Mediterraneo: Angelini (ct U18 pallanuoto), 'girone duro, bene inizio con vittoria su Turchia'-Nautica, giro d'affari di 6,6 mld per la componentistica europea-Gdf: Brescia, 24 denunce e 8 arresti per usura tra 2021 e 2022, sequestrati 712mila euro-Gdf: Sondrio, tra 2021 e 2022 accertate frodi su crediti d’imposta per oltre 1,1 mln-Martinciglio lascia gruppo Di Maio e torna in M5S: "Ho visto Conte"-Lombardia: F.Sala, 'più risorse a scuole paritarie in assestamento di bilancio'-Calcio: Di Stefano, 'stadio a Sesto S.G. ipotesi ancora valida per Milan, noi siamo pronti'-Lombardia: Cattaneo, 'Regione verso economia sempre più circolare'-Gdf: Varese, tra 2021 e 2022 oltre 1.760 le violazioni accertate per trasporto valute-Gdf: Bergamo, in 2021 oltre 320 denunce per reati tributari, sequestri per 28,5 mln-**Taxi: protesta contro ddl concorrenza, sciopero il 5 e 6 luglio **-Milano: polizia locale scopre giro patenti false vendute sul web-**Siccità: Fontana, 'raccomandiamo a cittadini uso parsimonioso dell'acqua'**-Usa: Letta, 'da Corte Suprema furore ideologico, da noi no ritorni a '900'-Usa: Zingaretti, 'terribile scelta Corte, mai abbassare guardia su diritti'-Usa: Sensi a Pillon, 'brezza? spero da urne si alzi vento che spazzi l'aria da questa gente'-Usa: Picierno (Pd), 'passo indietro di 50 anni, schiaffo a diritti e libertà'-Usa: Orlando, 'sovranisti esultano per sentenza medievale contro le donne'-Energia: Conte, 'M5S con governo per accelerazione in Ue su tetto prezzo gas'

Evasione fiscale, Cortina non può diventare il simbolo dell’Italia che evade. Ma gli evasori vanno perseguiti

Condividi questo articolo:

Cortina non può diventare il simbolo dell’Italia che evade, ma l’evasione fiscale va condannata senza se e senza ma, perchè si possano abbassare le tasse per tutti

Cortina d’Ampezzo non può diventare il simbolo dell’Italia che evade le tasse e che premia i furbetti del quartierino. Cortina, il gioiello delle Dolomiti, è uno dei nostri fiori all’occhiello. Ma quello che è accaduto il 30 dicembre scorso – con il blitz dell’Agenzia delle Entrate – nella capitale chic d’inverno, palcoscenico del Cinepanettone, deve indurci ad una riflessione seria.

La prima: in Italia ci sono troppi furbetti. Che dichiarano poco e posseggono molto. Sgominare queste pratiche che rappresentano per tutti noi, che paghiamo le tasse, un cancro e una zavorra è un dovere non solo morale, ma anche di opportunità. Solo pagando tutti le tasse si possono evitare ulteriori innalzamenti delle imposte.

La seconda riflessione è la seguente: in Italia le tasse sono troppo alte e tra coloro che evadono le tasse ci sono persone o aziende che sono obbligate a farlo, pena il saltare in aria delle proprie attività. C’è un tipo di evasione fiscale la cui alternativa è la morte della propria attività economica.

La terza riflessione è che bisogna condannare senza se e senza ma chi a Cortina d’Ampezzo gira con un Suv ma dichiara 30 mila euro lordi all’anno; oppure chi a Capri o a Portofino va in mare d’estate con panfili e yacht che solo in pochi possono permettersi e magari sono intestati a società di comodo.

E’ strano che in Italia le percentuali di coloro che dichiarano oltre i 75 mila euro annui lordi di reddito sono così basse, mentre coloro che posseggono un suv o un auto di grossa cilindrata siano molti, ma molti di più.

Cortina ci deve far riflettere su questo. L’evasione fiscale va condannata e perseguita, perchè le tasse si possano abbassare per tutti, per coloro innanzitutto che pagano onestamente. 

(Natale Accetta)

Questo articolo è stato letto 9 volte.

agenzia delle entrate, Capri, Cinepanettone, Cortina, Cortina d'Ampezzo evasione fiscale, evasione fiscale a Cortina, Portofino, suv

Commenti (132)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net