Cambiamenti climatici: siccita’ da record in California

Condividi questo articolo:

Un team di scienziati di Stanford ha utilizzato una sofisticata combinazione di simulazioni al computer per rilevare la sempre piu’ drammatica situazione di siccita’ che sta vivendo lo Stato della California

L’influenza dei cambiamenti climatici sta mettendo a dura prova la California che ormai da più di 2 anni sta vivendo il dramma di una riduzione sempre più consistente delle sue risorse idriche. A rilevarlo con esattezza è stato un team di scienziati di Stanford, che ha utilizzato una combinazione di simulazioni al computer e tecniche statistiche, per rilevare la sempre più crescente situazione di siccità della regione californiana.

A causa dei cambiamenti climatici di origine antropica infatti, lo Stato della California ha dovuto fare i conti con una persistente zona di alta pressione atmosferica sull’Oceano Pacifico, che ha sbarrato la strada ai banchi di nuvole carichi di pioggia in arrivo sulla regione della West Coast. Una simile calotta, dicono gli esperti, è probabile sia stata originata dalla concentrazione dei gas serra, e sta tenendo lontane le piogge dallo Stato ormai dal 2013. Il risultato, ovviamente, è stato un lungo periodo di ‘magra’, con le riserve d’acqua ai minimi storici, un impoverimento idrico della stessa Sierra Nevada, da cui si nascono i fiumi e si approvvigionano i laghi principali dello Stato californiano. Le stesse dighe non hanno mai registrato uno storico così basso dal 1977: i livelli delle acque sono scesi così drammaticamente, che è persino possibile vedere ad occhio nudo il cambiamento. Una trasformazione, questa, che non solo sta rimodellando la morfologia orografica della zona, ma anche e soprattutto, l’intera economia dello Stato.

Secondo gli esperti di Stanford, ‘si tratta di un evento più estremo di qualsiasi altro che sia stato osservato finora, e la ricerca suggerisce che il riscaldamento globale stia giocando un ruolo chiave’.

I risultati dello studio suggeriscono infatti che pioggia e neve, normalmente orientate a cadere su California, Oregon e Washington, abbiano bypassato questi Stati per andare a riversarsi molto più a nord. Oltre alla siccità, gli effetti a cascata sulla California sono stati un’aria stagnante e sempre più inquinata, un aumento delle temperature e la proliferazione di incendi. Inoltre, la mancanza d’acqua ha portato a perdite economiche in agricoltura che sfiorano i 2.2 miliardi di dollari. Un simile impatto ha portato il governatore Jerry Brown a dichiarare l’emergenza siccità ed il governo federale ad attribuire a 58 contee californiane lo status di ‘aree di disastro naturale’. Per maggiori informazioni sullo studio condotto dall’Università di Stanford è possibile consultare questo sito.

(ml)

Questo articolo è stato letto 11 volte.

acqua, california, cambiamenti climatici, gas, gas serra, Pioggia, siccità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net