ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
'Un concerto per le feste' all'Istituto Polacco di Roma-Libri: networking per costruire il futuro, esce 'Il Potere delle relazioni' di Marco Vigini-Ucraina, Architetti italiani 'in campo' con 'Design for Peace'-Design: Talenti compie 20 anni, outdoor made in Italy tra design e tecnologia-Subito, 2023 con incremento a doppia cifra fatturato rispetto al 2022 -Gallucci (Giovani Confindustria Fermo): "Il marketing a difesa del primato distretto calzatura Marche"-Mozzarella di bufala Dop: export oltre 40%, al via da Parigi tour di promozione-Crollo Firenze, Di Franco (Fillea): "Incontro lunedì con governo? vogliamo trattativa vera"-Milleproroghe, l'esperto: "Ecco come funzionano le nuove regole sul contratto a termine"-Vino, al via corso Onav Roma per assaggiatori - I livello-Fenimprese: ecco libro 'E' nata una stella', ricavato in beneficenza-Social, Udicon: influencer no, recensioni on line sì, ecco come italiani scelgono acquisti-Energia, Zullo (Miwa Energia): "Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente"-Professioni, Corrado Sassu: "L'agente immobiliare è l'investigatore privato di chi cerca casa"-Crollo Firenze, Cifa Italia: "Creare sistema di rating di qualità delle imprese"-Crollo Firenze, Panzarella (FenealUil): "Tavolo permanente su sicurezza, modello Giubileo per limiti a subappalto a cascata"-Tributaristi: "Sì aggiornamento professionale come garanzia e tutela utenza"-Mestieri: non solo scarpe, a lezione di creatività e imprenditorialità dal maestro calzolaio di Acilia-Municipia-Yunex Traffic Italia, insieme per trasformazione digitale mobilità urbana-Crollo Firenze, ingegneri: "Subappalto a catena ostacolo all’attuazione del piano sicurezza"

Il Regrowing degli ortaggi

Condividi questo articolo:

Un approccio sostenibile per la coltivazione domestica

Negli ultimi anni, sempre più persone si sono avvicinate all’idea di ridurre gli sprechi alimentari e adottare pratiche sostenibili anche nel loro giardino o cucina. Una tendenza che ha guadagnato popolarità è il “regrowing” degli ortaggi, un processo attraverso il quale è possibile far ricrescere piante a partire dai resti di verdure già utilizzate. In questo articolo, esploreremo cosa significa regrowing in ambito orticolo, come funziona e come si può adottare questo approccio sostenibile nella nostra routine domestica.

Cos’è il Regrowing degli ortaggi?

Il regrowing degli ortaggi è un metodo sostenibile che consente di far ricrescere nuove piante a partire dai resti di ortaggi già utilizzati. Invece di gettare via i residui come radici, steli o bulbi, è possibile sfruttarli per coltivare nuove piante, risparmiando denaro e riducendo gli sprechi.

Come funziona

Il processo di regrowing varia a seconda del tipo di ortaggio, ma solitamente coinvolge la coltivazione di parti di piante che normalmente scarteremmo. Ecco alcuni esempi comuni:

  • Cipolle e Aglio: le radici delle cipolle e dell’aglio possono essere poste in acqua o in terra per farle ricrescere.
  • Lattuga e Sedano: i resti delle basi di lattuga e sedano possono essere posti in acqua per far ricrescere nuovi steli.
  • Patate: le patate possono essere tagliate in pezzi più piccoli, assicurandosi che ciascun pezzo contenga uno o due occhi, e piantate per farle crescere.
  • Zenzero: un pezzo di radice di zenzero può essere piantato in terra per far crescere nuove piante.
  • Erbe aromatiche: molte erbe aromatiche possono essere coltivate partendo dai loro gambi tagliati, che vengono posti in acqua fino a quando non iniziano a sviluppare radici.

Benefici del regrowing degli ortaggi

  • Sostenibilità: riduce gli sprechi alimentari, contribuendo alla sostenibilità ambientale.
  • Risparmio Economico: elimina o riduce la necessità di acquistare nuove piante, risparmiando denaro nel lungo periodo.
  • Accessibilità: rende la coltivazione di ortaggi più accessibile a chiunque, anche a coloro che non hanno molto spazio.
  • Coinvolgimento Familiare: può essere un’attività educativa e coinvolgente per le famiglie, insegnando ai bambini i principi della sostenibilità e della coltivazione.

Come Iniziare

  • Scegliere gli Ortaggi Giusti: non tutti gli ortaggi sono adatti al regrowing, quindi è importante fare ricerca su quali possono essere rigenerati con successo.
  • Preparare i Residui: assicurarsi che i residui siano puliti e sani prima di tentare il regrowing.
  • Acqua o Terra: a seconda del tipo di ortaggio, posizionare i residui in acqua o piantarli direttamente in terra.
  • Pazienza e Cura: il regrowing richiede tempo. Monitorare regolarmente i residui e assicurarsi che ricevano la giusta quantità di luce e acqua.

Abbracciare questa pratica non solo contribuisce alla riduzione degli sprechi, ma può anche portare una maggiore consapevolezza sull’importanza di un approccio sostenibile alla produzione e al consumo alimentare.

Luna Riillo

Questo articolo è stato letto 24 volte.

ortaggi, piante, regrowing, regrowing ortaggi, resti degli ortaggi, resti delle piante, scarti organici

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net