Le aranciate diventano piu’ salutari

Condividi questo articolo:

Le bibite a base di succo d’arancia dovranno contenere una quantità minima di succo di d’arancia pari a 20 grammi per ogni 100 centimetri cubi di prodotto

 

Le aranciate, i succhi di arancia e qualsiasi altra bibita a base di questo agrume diventa piu’ salutare (anche se di poco e ancora tanto deve esser fatto in materia): le bibite a base d’arancia vendute in Italia, infatti, dovranno contenere, secondo l’articolo 17 della legge comunitaria approvato dalla Camera,  una quantità minima di succo d’arancia pari a 20 grammi per ogni 100 centimetri cubi di prodotto.

La normativa italiana finora in vigore prevedeva per i succhi la presenza del 12% di succo d’arancia. Per Assobibe e Federalimentare viene così penalizzata l’industria italiana.

Questo articolo è stato letto 1 volte.

arancia, aranciata, bevande, quantità minima frutta nelle bevane, succo arancia, succo di aranciata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net