ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Rfi: linea Milano –Venezia, rinviate operazioni rimozione residuato bellico-Clima: Draghi, 'stiamo venendo meno a impegni Parigi, rischi catastrofici da riscaldamento'-**Clima: Draghi, 'in 50 anni quintuplicati disastri legati a eventi meteorologici'**-Femminicidio, gen Garofano: 'Violenza coinvolge sempre di più minori, serve operatività'-Femminicidio, Gessica Notaro: 'Investigatore privato ricopra ruolo per dare sostegno e tutela'-Femminicidio, Sicca (Federpol): 'Diverse forme violenza fisica, c'è anche quella economica'-Damiano: "Per Federpol rinnovo 2020 è un buon contratto, qualità in prima linea"-Confsal: "Federpol all'avanguardia ma bisogna abbassare costo del lavoro"-Sicurezza, questore Petronzi: "C'è bisogno di approccio asimmetrico e multidisciplinare''-Bce: de Guindos, 'nonostante acquisti titoli Stato non siamo ostaggio dei governi'-Femminicidio: Malpezzi, 'parole Palombelli sbagliate e gravi'-Covid: Sbrollini (Iv), 'riaprire discoteche subito o in fumo 100mila posti lavoro'-Femminicidio: Intergruppo donne Camera, 'Palombelli parole di gravità inaudita'-Covid: Marin (Ci), 'su tampone a 72 ore parli scienza non politica'-Alitalia: M5S, 'da ministero convocazione tardiva, serve passaggio in Parlamento'-Covid: De Poli (Udc), 'green pass per tutelare salute e scongiurare lockdown'-Covid: Bernini, 'solidarietà a Faraone, avanti senza paura'-Bach, 'pronto un piano vaccinale per i Giochi invernali a Pechino 2022'-Roma: Gualtieri, 'sgombero segnale importante da cui parte rinascita Tor Bella Monaca'-Covid: Scalfarotto, 'solidarietà a Faraone, green pass salva vite ed economia'
cosmetici

Cosmetici: la nostra vita è cambiata anche in questo

Condividi questo articolo:

cosmetici

Dopo la pandemia cambierà anche il modo di provare e comprare i cosmetici, scopriamo come

Prima, ci recavamo nei negozi e testavamo con tranquillità vari campioni di prodotti per scegliere quello che ci sembrava più consono al nostro incarnato, alle nostre labbra, ai nostri occhi, aiutati o non aiutati dai dipendenti. Poi è arrivata la pandemia e la nostra vita è cambiata anche in questo: è diventato impossibile andare a comprare i prodotti di bellezza nei negozi e nei grandi magazzini.

Come fare allora?

A rispondere a questa domanda è arrivata la realtà aumentata (AR), che ha fornito una soluzione che potrebbe cambiare per sempre l’industria dei cosmetici.

Molti marchi, infatti, si sono affrettati nel realizzare applicazioni – o hanno accelerato progetti già in atto – con cui i clienti possono provare il trucco con il semplice utilizzo di una fotocamera frontale, in modo che grazie alla realtà aumentata ci si possa orientare in mezzo a nuovi modi di abbellire le sopracciglia, gli occhi, le labbra e tutte le altre parti del viso.

L’Oréal lavora a questa tendenza già tempo: nel 2018, ha acquistato lo studio ModiFace, che si occupa di sviluppare strumenti basati sulla realtà aumentata.

Racconta Happi.com che Perfect Corp, sviluppatore della premiata suite di app di bellezza virtuali YouCam, ha messo in piedi una collaborazione con il marchio Bobbi Brown per fornire consulenze di bellezza virtuali interattive.

Insomma, questa pratica sta diventando sempre più comune e questo è un bene perché vuol dire che l’esperienza sarà sempre migliore, riparando al problema della diffidenza che hanno molti acquirenti di andare nei negozi per provare il trucco.

Ovviamente ci si aspetta che queste applicazioni siano molto meglio dei filtri ordinari di cui si fa abuso sui social perché si tratta di un servizio che avrà una influenza sulla vita reale.

Gli esperti sottolineano che ci stanno ancora lavorando, poiché testare il trucco in realtà aumentata non sarà soddisfacente finché la tecnologia non si adatta a tutte le forme del viso.

 

 

Questo articolo è stato letto 26 volte.

comprare cosmetici, cosmetici, pandemia, realtà aumentata, trucco in realtà aumentata

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net