Flash News:
Post title marquee scroll
Sanità: assessore Sicilia, 'rettore Palermo cerca scontro su Policlinico, molto grave'-Fase 2: Cottarelli, 'preoccupa Cdp come nuova Iri'-Cosmoprof Worldwide Bologna a supporto beauty con Wecosmoprof-Milano: sfregiò ex con acido, vittima, 'amareggiati, discriminati al contrario'-Da Lidl le mascherine Made in Italy-Milano: sfregiò ex con acido, condannata a 7 anni e 10 mesi-Fase 2: Sibilia, 'assistenti civici? Facciamo che è stata distrazione collettiva'-Como: droga e abusa di bambina, poi vende video sul web, pedofilo arrestato-Conti pubblici: Cottarelli, 'deficit e debito/Pil nel 2020 maggiori di previsioni Governo'-Conti pubblici: Cottarelli, 'deficit e debito/Pil nel 2020 maggiori di previsioni Governo' (2)-Fase 2: Cottarelli, 'rischio da sussidi e deficit, sparisce incentivo a efficienza'-**Giustizia: vertice di maggioranza a via Arenula domani, sul tavolo riforma Csm**-Un Master in Risorse Umane online per essere vincenti nel mondo del lavoro. Bianco Lavoro propone un percorso moderno ed innovativo-Fase 2: Castaldi, 'fuga avanti Boccia su assistenti civici, faccia passo indietro'-Incendio: rogo in terreno incolto a Palermo, paura per centro commerciale-Coronavirus: Alleanza lancia #Fattiavanti, campagna selezioni talenti su Linkedin-Fase 2: Buffagni, 'no assistenti civici, proposta non condivisa con M5S'-BPER Banca, in Veneto 4 borse di studio “Fondazione 150°”-Al via ‘Prospettiva Lavoro’ per minimizzare possibilità contagio in azienda-Fase 2, Maggino: "Costruire la ripartenza in condizioni di massima sicurezza"

Dune du Pilat verso la nazionalizzazione, per preservare sito

Condividi questo articolo:

La Dune du Pilat, uno dei siti più celebri e più visitati della Francia, sarà nazionalizzata

 

 

La Dune du Pilat, uno dei siti più celebri e più visitati della Francia, sta per essere nazionalizzata. Obiettivo principale è quello di per garantire la tutela di questo sito naturale senza eguali.

La duna del Pilat, situata nella regione Aquitania e nel dipartimento della Gironda, conta più di due milioni di visitatori all’anno ed è la più alta d’Europa: 110 metri d’altezza, per 2,7 chilometri di lunghezza e 500 metri di larghezza.

 

Al momento, il sito, appartiene a ben 150 proprietari, che verranno presto espropriati delle loro parcelle. Lo Stato è deciso a riacquistare tutto per preservare questo gioiello naturale sempre più a rischio.  La decisione, oltre che di carattere paesaggistico, avrà anche dei risvolti economici. La duna del Pilat genera introiti per 168 milioni di euro.

gc

Questo articolo è stato letto 2 volte.

Dune du Pilat, francia, nazionalizzazione Dune du Pilat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net