I livelli di spermatozoi e la salute

Uno studio suggerisce che gli uomini con un minore livello di spermatozoi rischiano di ammalarsi molto più degli altri

WhatsApp Share

Uno studio condotto in Italia su 5.177 uomini ha rilevato che quelli con basso numero di spermatozoi presentavano il 20% in più di probabilità di avere una maggiore concentrazione di grasso corporeo, una più alta pressione sanguigna, più colesterolo «cattivo» e bassi livelli di testosterone.

Gli autori dello studio hanno scoperto che era più facile che gli uomini con basso numero di spermatozoi avessero la sindrome metabolica – con un gruppo di fattori di rischio tra cui un indice di massa corporea più alto e una pressione sanguigna elevata e quindi maggiori possibilità di sviluppare diabete, malattie cardiache e ictus. Inoltre, avevano anche 12 volte più probabilità di avere bassi livelli di testosterone, che riducono la massa muscolare e la densità ossea e possono essere un precursore dell'osteoporosi, una condizione che indebolisce le ossa e le rende più propense a rompere.

Lo studio, che verrà presentato a ENDO 2018, durante il centesimo meeting di Endocrine Society, è stato condotto dal dott. Alberto Ferlin, professore di Endocrinologia all'Università di Brescia. Ovviamente, i ricercatori ci hanno tenuto a sottolineare che la loro ricerca non ha dimostrato un rapporto di causa-effetto tra il basso numero di spermatozoi e i problemi metabolici, ma piuttosto un collegamento tra le due condizioni e quindi tra le conseguenze a cui entrambi portano.

Il messaggio che deve passare è che gli uomini che vengono trattati per l'infertilità dovrebbero essere tenuti sotto controllo per una serie di possibili problemi di salute, poiché grazie a questo studio si è potuto rilevare che sia la quantità che la qualità dello sperma sono indicatori della salute generale degli uomini.