Oasi di Vendicari: il Paradiso degli uccelli migratori

Condividi questo articolo:

Un mare azzurro cielo e una delle zone umide più importanti d’Europa. Una delle tante perle di questo spicchio di Sicilia: e’ l’Oasi di vendicari

 

Nella provincia di Siracusa, tra Noto e Marzamemi, lungo la strada provinciale 19 Pachino-Noto si svela in tutto il suo splendore la Riserva naturale di Vendicari. Protetta dal 1984, l’oasi è una delle zone umide più importanti d’Europa, grazie alla varietà di biotopi: costa rocciosa, costa sabbiosa, macchia mediterranea, pantani, saline e aree coltivate.

Passeggiando fra i resti della vecchia tonnara si può ancora immaginare la fervida attività dei pescatori oppure è possibile allungarsi fino ai pantani salmastri appena dietro la distesa di spiaggia per osservare gli ospiti di stagione: trampolieri, aironi cinerini, cormorani e fenicotteri. La Riserva per loro è un paradiso. Il periodo migliore per fare birdwatching (la riserva è attrezzata con capanni di osservazione, ma portate un binocolo) è l’autunno e l’inizio dell’inverno. L’Africa del resto è vicina, solo 350 km in linea d’aria.

C’è poi la bella torre sveva del 1400, i resti di chiesette, abitazioni e necropoli del periodo bizantino e naturalmente la spiaggia. Fine e lunghissima, fa parte della Riserva, perciò chiunque ne voglia godere la bellezza dovrà rispettarne comunque il fragile ecosistema. Niente spiaggia attrezzata, niente chioschi, niente sport d’acqua. Non vi mancheranno. Qui padrona è la Natura e basta quel mare blu-turchese che niente deve invidiare ai blasonati tropici.

 

Naturalmente questa zona della Sicilia, un po’ come tutta l’isola, è ricchissima di bellezze storiche e architettoniche. Se vi trattenete qualche giorno avrete perciò solo l’imbarazzo della scelta: i luoghi di Montalbano fra Ragusa e Modica, il minuscolo paesino di Marzamemi che fu location del film “Sud” di Gabriele Salvatores, la superba bellezza barocca di Noto, la villa romana di Piazza Armerina e i suoi mosaici. E poi la splendente Siracusa, l’astuzia di Archimede, i misteri dell’orecchio di Dioniso e la vitalissima Ortigia. 

Questo articolo è stato letto 2 volte.

Oasi Vendicari, Sicilia, Siracusa, Vendicari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net