LafargeHolcim: Ceo, gruppo vuole uscire rafforzato da crisi coronavirus

Condividi questo articolo:

Zurigo, 21 ott. (Adnkronos/Ats) – Il Ceo di LafargeHolcim Jan Jenisch intende uscire dalla crisi del coronavirus più forte e competitivo con il suo gruppo del cemento. “La nostra gestione delle crisi ci ha permesso di fare progressi molto rapidi e negli ultimi otto mesi abbiamo sfruttato un notevole potenziale di riduzione dei costi”, ha dichiarato oggi Jenisch in un’intervista al portale The Market.

“In quasi tutti i Paesi, dopo lo scoppio della pandemia, i cantieri sono stati definiti importanti e le attività di costruzione sono riprese rapidamente al termine delle misure di confinamento. La forte domanda prevista per il secondo semestre si è effettivamente verificata”, ha continuato Jenish, che si è detto fiducioso nel momento in cui la seconda ondata di coronavirus sta colpendo l’Europa e il Nord America.

“Uno dei punti di forza della nostra impresa è il suo radicamento locale. Produciamo generalmente là dove vendiamo e quindi non dipendiamo da catene di approvvigionamento transnazionali”, ha detto il Ceo. Inoltre – ha aggiunto – i governi hanno tratto gli insegnamenti dalla prima ondata, le cure mediche sono migliorate e si è capito che l’economia non può essere semplicemente fermata.

Questo articolo è stato letto 6 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net