Geotermia nelle comunità dei Caraibi

Una relazione racconta come potrebbe cambiare l'assetto energetico del Paese se si sfruttasse questa risorsa

 

Il Worldwatch Institute ha recentemente pubblicato, con il contributo dei paesi membri della Comunità dei Caraibi (CARICOM), la Caribbean Sustainable Energy Roadmap and Strategy (C-SERMS), una relazione – prima in assoluto nel suo genere – che valuta la situazione dell'energia nella regione e formula proposte per le energie rinnovabili, l'efficienza energetica e la mitigazione del clima, tramite una lista di possibili obiettivi e tappe.

Quello che ne è risultato è che la maggior parte degli stati membri del CARICOM sono in possesso di risorse geotermiche non sfruttate che potrebbero cambiare radicalmente la regione rendendo i paesi possibili esportatori di questa energia rinnovabile e offrendo loro enormi opportunità di interconnessione e commercio. In passato i rischi di investimento, i lunghi tempi di realizzazione e le economie di scala hanno ostacolato ogni tipo di esplorazione geotermica nei Caraibi, ma molte nuove iniziative indicano che alcuni membri del CARICOM sono vicini a superare queste sfide.

Sono in fase di costruzione preliminare gli impianti geotermici di Saints Kitts e Nevis e di Saints Vincent e Grenadines e ha avuto luogo una perforazione in Dominica e Montserrat. Nel frattempo, a Grenada e a Santa Lucia, si stanno conducendo delle valutazioni delle risorse on-site per esplorare la possibilità di estrazione su scala commerciale.

 

I 15 Paesi membri della comunità caraibica potrebbero diventare leader a livello mondiale con lo sfruttamento di questo tipo di energia e, grazie al rapporto appena pubblicato, hanno gli strumenti necessari per realizzare la visione di una regione caraibica economicamente e ambientalmente sostenibile. Inoltre, le agenzie degli Stati Uniti questo mese hanno lanciato un nuovo strumento (annunciato da Obama all'inizio di quest'anno): il programma di finanziamento Clean Energy Finance Facility for Central America and the Caribbean (CEFF-CCA) per sostenere il settore privato nello sviluppo dell'energia verde e aumentare le possibilità di vedere realizzati questi progetti.

 

EC

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER