Bollette: Eni risarcirà utenti per 2,5 milioni di euro. A chi spetta indennizzo

Condividi questo articolo:

Eni risarcirà un indennizzo di 25 euro a testa ad oltre 100.000 clienti che hanno subito disservizi nel 2013 e 10 euro a testa euro a tutti i clienti in ‘tutela’ gas che hanno subito o subiranno un ritardo di fatturazione non ancora cessato al 31 dicembre 2014

 

Eni dovrà risarcire i suoi utenti di 25 euro. A dirlo è l’Autorità per l’energia, accettando gli impegni presentati da Eni dopo un procedimento sanzionatorio per violazione della regolazione sulla periodicità di fatturazione (oltre 79.000 casi) e per ritardi nell’invio della bolletta di chiusura per cambio di fornitore (27.000 casi). In particolare, il gestore dovrà assicurare un indennizzo di 25 euro a testa ad oltre 100.000 clienti, sia nell’ambito della ‘tutela’ gas che del mercato libero. Il risarcimento, nello specifico, è destinato ai clienti che al 31 ottobre 2013 (data di avvio dell’istruttoria) erano interessati ai disservizi, ancora presenti al 31 dicembre 2013.

Non solo. Con l’occasione, il gestore energetico si è anche impegnato a garantire la dilazione automatica e la rateizzazione senza interessi delle somme fatturate, ad aderire per due anni al ‘Servizio conciliazione clienti energia’ dell’Autorità e a promuovere iniziative per incentivare l’autolettura del contatore.  Eni, poi, si impegna a versare un indennizzo di 10 euro a tutti i clienti in ‘tutela’ gas che successivamente al 1 novembre 2013 hanno subito o subiranno un ritardo di fatturazione non ancora cessato al 31 dicembre 2014. 

gc

Questo articolo è stato letto 12 volte.

bollette, eni, gas, indennizzo eni, risarcimento Eni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net