Quando la luce solare cambia la vita

 

Ci sono paesi dimenticati dalla corrente elettrica, dove anche una lampada solare puo' cambiare la vita

 

 

Sole o pioggia poco cambia in città. Noi non abbiamo nemmeno la piu' piccola idea di quanto sia importante la luce solare e l'energia che essa genera. Se molti Paesi occidentali possono pensare di passare alle fonti rinnovabili come alternativa alle fonti fossili, in tantissimi paesi poveri la luce solare è l'unica fonte di energia. Qualche esempio concreto? Il campo per rifugiati somali vicino a Dadaab (Kenya): qui un caricabatterie alimentato a energia solare o una lampada led possono cambiare la vita. E così è anche a Fond-Verrettes, cittadina haitiana di 45.000 abitanti, colpita da un forte terremoto nel 2010. in questi posti dimenticati dalla corrente elettrica, una piccola torcia solare uò rischiarare la strada per andare a prendere l’acqua, illuminare la tavola durante la cena e sostituire le lampade a cherosene fai da te (costose, inquinanti e pericolose).

 

Ed è soprattutto a loro che si rivolge il progetto WakaWaka, che ha portato all'invenzione di ben due prodotti. Maurits Groen e Camille van Gestel, i due fondatori, lavorano a un progetto per rendere sostenibile la Coppa del Mondo FIFA in Sud Africa. Visitando il Paese, i due professionisti olandesi si resero conto di quanti cittadini disconnessi dalla rete elettrica avrebbero potuto beneficiare di una lampada solare. E grazie alla collaborazione con Intivation, azienda leader nella gestione dell’energia solare, nasce una lampada LED a energia fotovoltaica, la cui realizzazione è stata finanziata grazie al crowdfunding: è la WakaWaka Light.

 

Segue la WakaWaka Power, che è insieme lampada e caricabatterie per piccoli apparecchi elettronici, a partire dai telefoni cellulari, sempre più diffusi in Africa. Bastano 8 ore di esposizione al sole per ricaricare le batterie di WakaWaka Power e garantire 40 ore di luce con WakaWaka Light.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER