Arriva il fotovoltaico low cost

Il Cnr di Parma ha dato vita a dei pannelli fotovoltaici low cost. Si prevedono applicazioni anche nel campo dell’edilizia

Arrivano i pannelli fotovoltaici low cost. Non sono i pannelli cinesi accusati di fare concorrenza sleale all’Europa, ma pannelli italiani realizzati dal Cnr di Parma. L’istituto dei Materiali per l'Elettronica ed il Magnetismo di Parma del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Imem-Cnr) ha messo a punto un nuovo sistema di produzione di sottilissimi strati (film) di seleniuro di rame, indio e gallio, che potrebbe abbassare anche di tanto il costo dei pannelli.

Il materiale con cui sono costruiti i pannelli solari low cost è chiamato Cigs ed è  ideale per applicazioni fotovoltaiche, dal momento che assorbe la luce in modo molto efficiente. I pannelli fotovoltaici low cost sono stati ottenuti grazie ad una tecnica a freddo che utilizza delle scariche elettriche controllate per vaporizzare istantaneamente il Cigs dalla superficie di un lingotto e trasferirlo sul substrato della cella solare.

La nuova tecnica di produzione dei film sottili per i pannelli fotovoltaici vede i suoi principali vantaggi non solo nei costi, ma anche nella possibilità di applicare il pannello fotovoltaico su nastri metallici o materiali plastici flessibili, realizzando per esempio prodotti fotovoltaici da integrare nell'edilizia, dove si consumano i due terzi circa di tutta l'energia elettrica distribuita dalla rete.

(gc)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER