ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Aspi: fonti, cessione controllo Cdp proposto da società e Atlantia a luglio**-Varese: domani questura inaugura sala per ascolto vittime reati di genere-Aeroporti: dipendenti ex Sea Handling, 'a rischio 550 famiglie, aiutare indotto'-Digital Value: acquista il 51% di Dimira-**Aspi: Atlantia, 'imposizione dell'obbligo di cederla a Cdp esula da facoltà concedente'**-Aspi: Atlantia al Governo, sempre coerenti con impegni assunti il 14/7-Camorra: i 3 no della Camera ai pm su Cosentino, così il centrodestra si spaccò/Adnkronos-Camorra: i 3 no della Camera ai pm su Cosentino, così il centrodestra si spaccò/Adnkronos (3)-Berlusconi: compleanno in quarantena, centinaia di auguri e spegne candeline-Emilia Romagna: ritorna lo storico panificio a Santarcangelo-Mostre: Intesa Sp sponsor prima monografica dedicata ad Artemisia Gentileschi-Gf Vip, Brosio: "Ho rischiato di entrare nella Casa da positivo, tamponi erano negativi"-Confindustria: Landini, 'combattere la precarietà nel lavoro'-Milano: vicesindaco su protocollo abusivismo, 'siamo con cittadini onesti'-Flowe, spazio a temi green sui social e 30mila kg di plastica raccolti-Covivio: inaugura a Milano suo spazio di 'pro-working' con 400 postazioni-Cosentino assolto in appello: "9 anni di inferno, finalmente è finita"-Terrorismo: sindaco Bulciago, 'felice per bambini Brignoli, spero torneranno qui'-Confindustria: Furlan, 'bene appello Bonomi per Patto vero per sviluppo e lavoro'-Lecce, legale famiglia di Daniele: "Movente assurdo, tutto ancora più inaccettabile"
indecisione

Il costo dell’indecisione: un lusso che non ci possiamo permettere

Condividi questo articolo:

indecisione

L’indecisione è un’opzione che non deve essere disponibile. Il rischio è l’irreversibilità.

In un primo intervento abbiamo sensibilizzato sull’emergenza in atto per il sistema delle imprese italiane. In seguito, abbiamo dato una stima delle cifre in gioco, abbiamo ipotizzato dei possibili interventi e le logiche di attuazione.

Ci siamo concentrati sulle piccole/medie imprese, ma ovviamente il problema si pone anche per le grandi imprese, per le quali la forma di intervento più efficace resta probabilmente lo sblocco delle grandi opere e una vasta campagna di investimenti nell’ammodernamento delle infrastrutture del paese.

Sul tema è intervenuto ieri anche in maniera autorevole l’ex presidente della BCE Mario Draghi.

Il suo intervento coglie il senso della crisi e fornisce un parere illuminante rispetto al quale c’è poco da aggiungere.

In questo momento l’indecisione è un’opzione non disponibile; un lusso che non possiamo permetterci. Nel rischio di irreversibilità sottolineato da Mario Draghi c’è tutto il senso di urgenza per il sistema economico italiano ed europeo in generale.

Oggi si discute molto di bond europei (cosiddetti coronabond) o di accesso al MES come forma di sostegno all’Italia e agli altri paesi colpiti dalla crisi.

La discussione con gli altri paesi europei non può tradursi in un rinvio dell’intervento.

Il quantitative easing della BCE e delle altre banche centrali probabilmente sarà forse efficace nel riportare la calma sui mercati finanziari, ma rischia di lasciare irrisolti i problemi di migliaia di imprenditori e milioni di occupati per i quali il rientro al lavoro dal lockdown (auspicabilmente a maggio) non è affatto scontato.

Oggi l’Italia può richiedere e pretendere una soluzione supportata dall’Unione Europea. Non arrivare oggi ad una soluzione condivisa ci porterebbe inevitabilmente a scenari peggiori nei prossimi mesi con il rischio di vivere esperienze analoghe a quelle già vissute in Grecia non molto tempo fa.

 

Cosimo Santoro
Finance Director
Value Partners

Questo articolo è stato letto 5.732 volte.

Bce, coronavirus, economia, europa, grandi imprese, Imprenditoria, indecisione, investimenti, lockdown, Mario Draghi, Piccole e medie imprese

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net