Abitare, tante le soluzioni per una casa verde

Il risparmio di energia non è più un sogno. Diverse case di produzione hanno presentato al mondo i loro “gioielli” ecosostenibili: porte, fineste, vasche idromassaggio e sottotetti isolanti

Una casa ecosostenibile dalla testa ai piedi, pardon dalla porta alla finestra,dal sottotetto alla vasca idromassaggio? Non è un sogno, ma la novità che Made Expo 2011 ha presentato ai suoi visitatori.

La tecnologia ci offre  infatti la possibilità di una “casa verde” in cui la dispersione di energia è pari a zero.  

A provare la comodità, i benefici e lo stile innovativo dell’abitazione a misura d’uomo e d’ambiente saranno gli inquilini  di Marina Verde a Caorle. La residenza, realizzata da Holzbau (Gruppo Rubner) occupa un territorio di 8.000 mq: piscina, palazzi in legno, alberi, piante e mare. Una vacanza, per i condomini, decisamente al “verde”.

Ma qualcuno si starà chiedendo se tutto questo non è possibile in città. Bè, a dire il vero, mancherà la spiaggia, il mare e la piscina…che tanto fanno. Ma non disperate ambientalisti, per coccolarsi anche da casa arriva la vasca idromassaggio portatile e a basso consumo di energia (1,4kW) prodotta da Softub: realizzata in polybond invece che in vetroresina, pesa solo 35 chilogrammi.

E se rispiarmo dev’essere, risparmio sarà realmente. Arrivano porte, finestre e altri elementi pensati per i benefici economici (e quindi anche mentali, ammettiamolo) dei consumatori.  Sì, perché il risparmio che si può guadagnare con un moderno sottotetto, non può mica uscire con uno spiffero dalla finestra.

Da Piacenza arrivano le porte blindate Flat. Realizzate dall’architetto Roberto Tortellotti per Alias, presentano una  struttura simmetrica a doppia coibentazione e uno stile decisamente innovativo (la porta è completamente piatta).

Il veronese Albertini invece ha proposto e ideato Clim’A, una finestra che garantisce che l’abbattimento termico scenda da 6 KW al metro quadro a o,7 KW. L’isolamento passivo è reso possibile dalla struttura  a tre lastre di vetro, dalle tante guarnizioni e dalla possibilità di iniettare nelle due vetrocamere del gas inerte, che rallenta la trasmissione di calore.

L’azienda leader del settore legno, la Bellotti, ha presentato al mondo i pannelli Lapiran Bio, una copertura termoisolante per i tetti. Dimezzati rispetto allo spessore dei tetti tradizionali, i pannelli sono costruiti con tre tipi di rivestimenti (lana roccia, sughero, fibra di legno).

Ma la vera rivoluzione è rappresentata da Domotica (realizzato dalla Vimar),  un Touch Screen Full Flat che sarà pannello di controllo per monitorare consumi e impostare funzioni domestica.

Una casa che rispetta l’ambiente, è una casa che rispetta te.

(GC)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER