La casa si costruisce con gli scarti di riso

Le casa ecologica e sicura si costruisce con gli scarti di riso

 

Il mondo dell’edilizia sta vivendo una grande rivoluzione green: da oggi sarà possibile produrre calcestruzzo con gli scarti della lavorazione del riso e costruire una casa sicura ed ecologia.

Grazie ad un nuovo processo di lavorazione realizzato da un’azienda Texana è ora possibile realizzare una casa ecosostenibile, utilizzando calcestruzzo ottenuto con la pula di riso, ossia con quella pellicola che ricopre i chicchi quando sono sulla pianta e che viene eliminata durante la lavorazione del prodotto. Tale sostanza è infatti ricca di ossido di silicio, una componente fondamentale del cemento. Un team di ricercatori del ChK Group Inc, uno studio di ingegneria con sede in Texas, ha scoperto che bruciando la pula in fornaci senza ossigeno a una temperatura di 800°C, si ottengono ceneri di lolla prive di carbonio: silicio puro. Così circa il 20% del cemento comune può essere sostituito con questo silicio di origine vegetale, che oltretutto offre una maggiore resistenza alla corrosione.

Costruire una casa con gli scarti di riso ridurrebbe drasticamente le emissioni di CO2, con grandi benefici ambientali. Basti pensare che solo gli Stati Uniti potrebbero produrre oltre 2 milioni di tonnellate l’anno di silicio vegetale, evitando l’immissione nell’atmosfera di oltre 1.500.000 tonnellate di CO2. Se tutto andrà bene nei prossimi mesi l’azienda che detiene i brevetti procederà alla realizzazione di una fornace capace di produrre 15.000 tonnellate di calcestruzzo ecologico l’anno.

gc

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER