Pulizie creative / 4 Soluzioni eco per la cura della casa. Tende e tappeti

La casa è notoriamente piena di cose da pulire. Quando ci sembra di avere finito basta guardarsi un attimo intorno o passare un dito sulle mensole che ...tac! Si ricomincia. Ecoseven.net affronta oggi l’argomento tende, tappeti e deodorazione naturale per ambienti


I tessuti più esposti all’aria sono ovviamente un ricettacolo di acari e particelle leggere che nel tempo si depositano in gran numero creando il cosiddetto “sporco”. Allora ogni volta che vogliamo una ventata di aria pulita in casa, ecco che basterà seguire alcuni consigli pratici ed ecologici.

Pulire le tende

Uno dei problemi maggiori delle tende è che dopo ogni lavaggio spesso restano residui di detersivo nella trama del tessuto. Questa è la prima causa del loro deperimento. Allora utilizziamo innanzitutto una quantità minima di detersivo, sia normale che ecologico. Se lo sporco è molto visibile mettiamole in ammollo per due o tre ore prima del lavaggio vero e proprio. Non usiamo mai l’ammorbidente che lascia tracce sulla stoffa. Una volta effettuato il lavaggio dobbiamo rimuovere eventuali residui di detersivo risciacquando due volte. Se in lavatrice (conviene perché risparmiamo acqua) facciamo due cicli di risciacquo prima della centrifuga finale. 

Deodorare gli spazi

In commercio e spesso in “offerta speciale” troviamo prodotti sintetici, a base di sostanze inquinanti e causa, spesso, di allergie. Bombolette con gas e dosatori elettrici consumano corrente. Legni imbevuti in essenze e pout-pourri contengono allergeni. Ma abbiamo mai pensato ai profumi di ciò che in natura amiamo di più? Ci sono ad esempio i fondi di caffè che prima di destinare alla concimazione di piante e fiori possiamo utilizzare negli armadi e nei cassetti contro gli odori di chiuso. Una variante con chiodi di garofano dà al profumo note orientali. Ma il caffè toglie anche l’odore di cipolle e aglio: basta aggiungere dell’aceto e mischiare fino a creare una poltiglia, versare in un contenitore e disporre all’aria in cucina. Se poi in casa abbiamo un animale da compagnia ricordiamo sempre che il bicarbonato cosparso a piccole dosi sulle lettiere e sulle cucce degli animali, assorbe i loro odori non lasciandoli disperdere nell’ambiente.

Pulire i tappeti

Cominciamo dal battere o aspirare bene il tappeto. Farlo possibilmente all’aperto e in presenza di clima secco ed asciutto per non far inumidire il tessuto che altrimenti tratterebbe una maggior quantità di polvere e acari. Posare il tappeto sul pavimento e cospargerlo di bicarbonato come faremmo su una torta con lo zucchero a velo. Se occorre aiutarsi con le mani per stenderlo bene e farlo entrare nelle fibre. Dopo 12/24 ore possiamo batterlo di nuovo all’aria o utilizzare l’aspirapolvere.
Il tappeto oltre ad essere pulito non darà così più problemi di odori.

(vincenzo nizza)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER