Parquet, quello sicuro ed 'eco' si vede dalla colla

Le colle per i parquet non sono tutte uguali. Facciamo attenzione all’etichetta e ai simboli di sicurezza. Alcune potrebbero nuocere gravemente alla salute. Vediamo quali

 

 

Scegliere un parquet significa fare una scelta estetica. Scegliere un parquet ecologico significa fare una scelta etica, per l’ambiente e per la salute. Fatta la scelta per la pavimentazione, bisogna scegliere il tipo di adesivo che l'artigiano utilizzerà per la posa del legno. Dettagli? Non proprio. Il rischio, infatti, è quello di trovarsi esposti a solventi e sostanze volatili nocive. 

 

Ricoprire di parquet l’intera casa è bello, ma se fatto male può essere pericoloso. Cento metri quadri di parquet richiedono 100-150 kg di colla. Tra le tante sostanze con cui possiamo venire a contatto vi è anche il metanolo, che potrebbe nuocere gravemente alla salute. 

 

Il tutto si può evitare. Leggendo le etichette e le schede di sicurezza dei prodotti. Ma tranquilli, non occorre essere piccoli chimici o decifrare quanto scritto. Le frasi di pericolo e i simboli di rischio annessi saltano subito all'occhio. I principali: il teschio, la croce di Sant'Andrea, la lettera T (tossico), XN (nocivo), N (dannoso per l'ambiente acquatico). 

 

 

(GC)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER