Un furto per taglie forti

Gli hacker hanno rubato i dati delle donne che hanno fatto acquisti over-size e ora li stanno vendendo

Migliaia di dati personali – potenzialmente centinaia di migliaia – sono stati hackerati. E non sono dati qualunque, sono dati specifici molto particolari: ovvero quelli di donne che hanno acquistato online abiti di taglie forti. Ora questi dati sono stati messi all'asta per essere venduti in rete.

L'hacking insolito è stato individuato per la prima volta dall'agenzia di sicurezza DynaRisk, riferisce Business Insider, che ha trovato gli autori della vendita dei dati sui forum. DynaRisk pensa che i dati personali siano stati raccolti da inserzionisti online che li userebbero per colpire specificamente le vittime, il che significa che gli hacker ora stanno facendo soldi con lo stesso mercato pubblicitario personalizzato delle società tecnologiche legittime.

L'agenzia DynaRisk ha detto a Business Insider che l'asta rappresenta una nuova strategia per gli hacker: il mirare a uno specifico gruppo demografico rende i dati più preziosi per gli inserzionisti – funziona esattamente nello stesso modo di Facebook, che suddivide i suoi utenti in gruppi, in base alle loro identità.

È molto probabile che gli inserzionisti che acquistano i dati rubati commercializzeranno direttamente alle vittime cose come integratori per la perdita di peso, robe dietetiche o abbigliamento.

«La maggior parte dei criminali informatici se trova un elenco di 500 milioni di indirizzi e-mail compromessi, li bombarderà con spam, senza sapere cosa inviargli", ha detto il CEO di DynaRisk Andrew Martin a Business Insider. «In questo caso, conoscono un messaggio che potrebbe funzionare con queste donne che potrebbero cercare proprio questo specifico tipo di prodotto».

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER