Nuovi dispositivi per NON uccidere i nemici

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti sta sviluppando nuovi «armi» che consentono al personale militare di neutralizzare i bersagli senza provocare morti

Per il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, uccidere le persone non è poi così complicato, visto che possiede un budget di oltre 600 miliardi di dollari l'anno per comprare un sacco di carri armati, pistole e bombe. Non uccidere, invece, è molto più complicato perché vuol dire mettere in campo nuove metodologie. Ma è proprio per eliminare queste complicazioni che è nato il Joint Non-Lethal Weapons Development Program (JNLWD), ovvero un programma per lo sviluppo di armi e altri dispositivi non letali, che il personale militare può utilizzare per neutralizzare i bersagli senza ucciderli. 

L'ultima innovazione del JNLWD è il Non-Lethal Laser-Induced Plasma Effect (NL-LIPE) system, un dissuasore che si utilizza per cercare di impedire al nemico di avvicinarsi. (si può vedere

 sono dispositivi che possono essere usati dalla distanza, evitando di colpire i civili e chiunque possa trovarsi in mezzo – si tratta di suoni o luci o addirittura manipolazioni che permettono di bruciare gli indumenti del nemico.

In questo momento, ovviamente, la tecnologia è ancora in fase di sviluppo, quindi funziona solo in condizioni piuttosto specifiche. I militari, però, pensano che, alla fine, si potrebbe arrivare a far funzionare i dispositivi a distanze di decine di chilometri – una cosa che darebbe alle loro armi non letali il raggio d'azione più lungo rispetto a qualsiasi altra arma dello stesso tipo.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER