La chemioterapia lavora a livello mitocondriale

Gli scienziati hanno studiato l'effetto debilitante delle cure chemioterapiche

Secondo uno studio pubblicato sull'American Journal of Physiology-Cell Physiology, la chemioterapia potrebbe causare una disfunzione mitocondriale nei muscoli dei pazienti. Di qui, l'affaticamento, la debolezza, lo stress ossidativo e la perdita di massa muscolare.

Nella ricerca, condotta presso l'Università del Vermont, gli studiosi hanno analizzato le pazienti con cancro al seno, trovando un legame diretto tra farmaci chemioterapici - come la doxorubicina e il paclitaxel - e danni alla muscolatura.

I mitocondri sono il centro energetico delle cellule. Il trattamento del cancro dovrebbe massimizzare la produzione di energia delle cellule, non limitarla. Massimizzare la produzione di energia mitocondriale è, infatti, una delle chiavi per un sano recupero da malattie come questa. Lo stress ossidativo portato dalla cura, però, potrebbe aprire la strada a una recidiva.

Il team di ricerca dell'Università del Vermont ha confrontato le fibre muscolari delle donne sane e di quelle malate, prima e dopo la rimozione del tumore e la chemioterapia. Rispetto al gruppo di controllo sano, queste ultime avevano una perdita muscolare pronunciata, concentrata in un'area della sezione trasversale inferiore delle fibre muscolari.

Successivamente, i ricercatori hanno applicato farmaci chemioterapici alle cellule muscolari murine. I numero dei mitocondri è notevolmente diminuito ed è stato registrato stress ossidativo e atrofia. I ricercatori hanno scoperto che la doxorubicina e il paclitaxel danneggiano le cellule, limitando la produzione di energia mitocondriale, accelerando la morte cellulare e creando condizioni per malattie croniche.

Secondo i ricercatori, i risultati spiegano l'affaticamento e la disabilità funzionali portati dalle cure per il cancro, compresa l'atrofia muscolare.

Nel frattempo, un nuovo studio ha dimostrato che la chemio non è la migliore opzione per un'intera parte di malati di cancro al seno e così gliene offre un'altra.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER