L'estratto secco d'uva aumenta la produzione di citochine

Scopriamo insieme come la polvere estratta dall'uva potrebbe determinare la crescita e la differenziazione cellulare

Uno studio pubblicato sulla rivista Nutrition Research ha rivelato che la polvere alimentare ricavata dall'uva favorisce la produzione di citochine.

I ricercatori dell'Università della California hanno voluto analizzare diversi modelli alimentari, per comprendere se questo estratto, da solo, potesse influire sulla produzione delle citochine, molecole proteiche prodotte come risposta ad uno stimolo, capaci di indurre la crescita, la differenziazione e la morte delle cellule.

Nella ricerca, uno studio crossover randomizzato in doppio cieco, gli studiosi hanno osservato come l'ingestione della polvere da parte di volontari obesi aumentasse la produzione delle citochine proinfiammatorie interleuchina 1 beta (IL-1B) e interleuchina-6 (IL-6) da sangue periferico, dopo stimolazione con un lipopolisaccaride batterico.

L'ipotesi era che la polvere di uva dietetica potesse aumentare la produzione di citochine mediante i monociti stimolati. I ricercatori hanno quindi utilizzato dati di richiamo dietetico 24 ore su 24 per scoprire se le differenze nei modelli dietetici influissero sull'aumento della produzione di citochine, sull'energia totale, sulle proteine, sui carboidrati o sui grassi.

Dai dati emersi, l'aumento della produzione di citochine da parte dei monociti stimolati con lipopolisaccaridi nei partecipanti obesi era dovuto all'assunzione di polvere di uva e da nessun altro fattore incluso nella loro dieta.

I ricercatori hanno concluso che il consumo di polvere di uva potrebbe promuovere la produzione di citochine, in particolare negli individui in sovrappeso.

 

.

VIDEO

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER