Condannati dai geni?

Uno studio rivela che il peso dipende innanzitutto dalle scelte alimentari e non dal DNA

Se nella tua famiglia ci sono molti obesi, non è detto che il tuo destino sia segnato. Mentre molte condizioni di salute hanno una componente genetica, uno studio ha dimostrato che sono le scelte di vita a influenzare davvero il cosiddetto “rischio genetico”.

La ricerca, pubblicata su PLOS Genetics, ha coinvolto più di 362.000 cittadini britannici di mezza età, rivelando che, quando si parla di peso, alcuni fattori ambientali e di stile di vita possono effettivamente superare e persino modificare l'influenza dei geni.

Un fattore importantissimo è il movimento, seguito dal consumo di alcol. Entra quindi in gioco lo stato socioeconomico, secondo cui cambiano rischi e abitudini.

Si tratta di una buona notizia: se il nostro stile di vita e il nostro ambiente agiscono sull'espressione dei geni, abbiamo molto più potere sul nostro peso di quanto potevamo credere.

Lo stesso potrebbe essere detto per il rischio genetico di cancro, demenza o malattie cardiache. Ci possono essere fattori controllabili, fondamentali per avere o meno un innesco.

Per fare prevenzione, quindi, è fondamentale fare esercizio fisico e curare la dieta. Occorre consumare un sacco di frutta e verdura biologica, insieme a quantità adeguate di grassi sani come l'olio di oliva, l'avocado o le noci, e un sacco di omega 3.

Inoltre, è saggio fare regolarmente esami del sangue per verificare le carenze più comuni, come quella di vitamina D, e aggiustare di conseguenza la dieta.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER