Robot sulla Luna

Una nuova missione cinese invierà un rover e un lander sulla Luna per studiarla

L'agenzia spaziale cinese ha deciso di dedicare un suo progetto alla Luna. È stato il governo a condividerne dettagli sulla sua missione Chang'e-4, durante una conferenza stampa a Pechino: sarà la prima volta che si realizzerà un atterraggio e quindi un'ispezione del lato più lontano della Luna. Il lancio è previsto per dicembre.

Secondo i funzionari, l'imbarcazione Chang'e-4 trasporterà sia un rover che un lander stazionario, che dovrebbero funzionare rispettivamente per circa tre mesi e un anno. La Cina userà un satellite che è già in funzione per comunicare con i dispositivi una volta atterrati (visto che si troveranno sul lato opposto a quello che noi vediamo, sarà la Luna stessa a creare un intralcio alla comunicazione diretta tra la Terra e i dispositivi).

Sono diversi gli obiettivi della Cina in questa missione: il primo è sicuramente quello di migliorare la nostra comprensione della Luna, potendo studiare le sue rocce più antiche; ma l'agenzia spaziale vuole anche testare le attrezzature per le future missioni.

Il paese, infatti, userà il Chang'e-4 anche come un'opportunità per determinare se il lato più lontano della Luna potrebbe essere un luogo adatto per posizionarci un telescopio che ci permetterebbe di avere immagini dello spazio che sono semplicemente impossibili da scattare dalla Terra, a causa del rumore proveniente dalla nostra elettronica onnipresente.

Tra l'altro, visto che è dal 1972 che nessun uomo mette piede sulla Luna, sono molte le nazioni che vogliono interrompere questa assenza, inclusa la Cina. Quindi questa missione potrebbe anche essere una maniera per spianare la strada ad un atterraggio lunare con equipaggio, nel prossimo futuro. A meno che non ci riesca qualcun altro prima di loro.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER