Nanorobot a base di DNA

I robot avanzano a un ritmo molto più rapido del previsto

In un articolo pubblicato sulla rivista Nature Communications, gli scienziati hanno presentato un nuovo sistema di controllo che ha migliorato il tempo di risposta dei nanorobot, facendoli passare da pochi minuti a poco meno di un secondo.

Carlos Castro, professore associato di ingegneria meccanica e aerospaziale presso la Ohio State University (Ohio State), è uno degli autori del nuovo studio. Ha lavorato con un team per mettere a punto i cosiddetti origami di DNA, impiegati nella creazione di macchine microscopiche avanzate.

Per origami di DNA si intende un processo in cui singoli filamenti di DNA sono piegati per costruire varie strutture, come cerniere. Una delle applicazioni è stata la creazione di un "cavallo di Troia": un robot a base di DNA che distribuiva i farmaci direttamente all'interno delle cellule tumorali, proprio come la leggendaria struttura che portava soldati greci all'interno delle mura di Troia.

Usando origami di DNA, i ricercatori hanno costruito rotori, aste e cerniere. Hanno anche costruito perline in miniatura realizzate in polistirolo e materiale magnetico. Questi componenti erano collegati l'un l'altro usando leve rigide di DNA. Le sfere magnetiche consentivano agli scienziati di controllare le nanostrutture semplicemente modificando il campo magnetico circostante.

"I metodi di manipolazione in tempo reale come il nostro approccio magnetico consentono agli scienziati di interagire con i nano-dispositivi del DNA e, a loro volta, interagire con molecole e sistemi molecolari che possono essere accoppiati a questi nano-dispositivi in tempo reale con feedback visivo diretto. ”

Ciò significa che gli scienziati saranno presto in grado di determinare e controllare con precisione la posizione, la direzione e i movimenti dei robot molecolari del DNA e far eseguire loro i compiti previsti senza indugio. Tra questi, l'eliminazione degli agenti patogeni.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER