Tè rosso, un elisir che vince i chili di troppo

Il tè rosso africano sembra avere numerosi effetti benefici sul nostro organismo. Stimola la digestione, aiutandoci a mantenere la linea desiderata. Tutte le proprietà e gli usi in quest'articolo

Del tè in realtà ha solo il nome. E non proprio. Il difficile nome tecnico dovrebbe essere rooibos. Tutti però lo chiamano il tè rosso, il tè africano o il tè di Mandela. Ma chi si aspetta di bere una bella tazza di tè ha sbagliato infuso.

Il rooibos, infatti, è soprattutto una tisana. A cui, però, anche i palati dai gusti più difficili si potrebbero ben presto abituare, se scoprissero le tante proprietà benefiche.

Alcuni studi hanno appurato che l’infuso delle foglie di questa pianta della famiglia delle leguminose contenga ben 25 tipi diversi di polifenoli, potenti anti-ossidanti. Il  tè rosso protegge il fegato dall’accumulo di grassi e aiuta a prevenire il diabete. Un consumo regolare e costante di rooibos contribuisce a ridurre il colesterolo, i trigliceridi e gli acidi grassi liberi.

No solo. Il tè africano fa bene alla linea. Infatti, stimola l’apparato digerente, accelerando il nostro metabolismo. Una tazza di questa bevanda ci farebbe bruciare velocemente il cibo ingerito, guadagnando nel mantenimento – e nella perdita - del nostro peso.

Ma non è tutto. La gustosa bevanda è consigliata anche per i più piccoli. L’alta concentrazione di calcio aiuta i nostri bambini a crescere sani

(GC)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER