L' ananas brucia i grassi?

Il frutto tropicale può aiutare a ritrovare la forma perché favorisce digestione e diuresi. Ma non fa miracoli! In compenso, se siete appassionati di giardinaggio, dal ciuffo si può provare ad ottenere una bella piantina

L’ananas ha da tempo ottenuto l’appellativo di frutto “brucia grassi”, dunque particolarmente benvoluto dalle donne sempre alle prese con i chili in più. Ma è proprio vero che questo frutto originario del Sudamerica aiuta la dieta? Di certo si tratta di un cibo povero di calorie (circa 40 per 100 grammi), ricco di acqua e vitamine (A e C soprattutto). Ma è la Bromelina che gli ha fatto guadagnare la fama di “frutto dimagrante”. La Bromelina (che in realtà è un insieme di enzimi) è una sostanza dalla capacità antinfiammatoria (per questo molto usata anche nei medicinali) presente nel frutto, ma soprattutto nel gambo (ma va dispersa con la cottura).

E’ questa sostanza che rende l’ananas un valido alleato contro la ritenzione idrica in quanto capace di favorire la digestione e la diuresi. E dunque bene l’uso di ananas fresco contro la cellulite anche se non bisogna attendersi miracoli!

Se poi siete amanti del giardinaggio, dopo aver consumato il frutto non gettate il ciuffo. Potrebbe regalarvi una bella piantina. Bisogna tagliarlo alla base, lasciando pochissima parte del frutto. Poi si può provare a metterlo in un bicchiere stando bene attenti però a non immergere il ciuffo ma lasciando soltanto che l’acqua lo lambisca.

Oppure si può provare ad appoggiarlo semplicemente in una vasetto di terra (anche qui non bisogna interrarlo). Non sempre l’esperimento riesce, perché dipende molto dalla freschezza e dalla salute della pianta e in molti casi il frutto marcisce.  Inoltre, trattandosi di una pianta originaria delle zone tropicali, ha bisogno di vivere in un ambiente dove la temperatura non scende al di sotto dei 18 gradi (d’inverno tenetelo in casa ma in un posto assolato).

Se al primo colpo la pianta non mette radici, riprovate. Basta mangiare molti ananas! (alessandra severini)