I rimedi naturali per chi ha preso troppo sole

Una bella abbronzatura non sempre è sinonimo di buona salute. Se preso senza precauzioni, il troppo sole, una volta sbiadita la “tintarella”, presenta il conto sotto forma di rughe, macchie e perdita di tono di colore della pelle di viso, mani e dècolletè. Ecco i rimedi naturali

Una bella abbronzatura non sempre è sinonimo di buona salute. Se preso senza precauzioni, il troppo sole, una volta sbiadita la “tintarella”, presenta il conto sotto forma di rughe, macchie e perdita di tono di colore della pelle di viso, mani e dècolletè. Ci sono, però, dei rimedi naturali per evitare che questo accada. 

"Studi scientifici hanno dimostrato che il sole è la causa che influisce di più sull’invecchiamento della pelle, e per questo il periodo estivo è particolarmente delicato", conferma Patrizia Gilardino, chirurgo estetico. Ma limitare i danni, o ripararli tempestivamente, è possibile con l’aiuto dello specialista.   

«Combattere il photoaging (questo è il nome tecnico della malattia solare ndr) è innanzitutto una questione di prevenzione - spiega la Gilardino - In vacanza bisogna dedicare tempo ad un’idratazione profonda che agisce su più fronti, con integratori per bocca ricchi di antiossidanti, creme solari protettive ad alto fattore di protezione ed eventualmente con specifici componenti per la prevenzione delle macchie, e sieri ricostituenti da usarsi in abbinamento al doposole». 

Per il rientro, se nonostante tutto qualche macchia si è formata, il consiglio è di usare creme schiarenti specifiche preparate dal farmacista e ricostituenti all’acido ialuronico e vitamina A. Se, però, il danno è fatto, occorrono rimedi che agiscano in modo ancora più mirato. Una risposta naturale ai segni del photoaging è la “ionoforesi”, un trattamento ambulatoriale che permette di far penetrare in profondità i principi attivi contenuti nei prodotti cosmetici. "La iontoforesi, indicata particolarmente per il volto, il dècolletè e le mani, permette la biorivitalizzazione e la tonificazione della cute", conclude Patrizia Gilardino. Con questa tecnica, il medico applica prodotti professionali a concentrazioni elevate di vitamine, antiossidanti e altre sostanze naturali scelte in base alle caratteristiche del paziente e al grado di photoaging.