Patatine fritte e rischio ipertensione

Brutte notizie per gli amanti delle patate fritte: fanno aumentare il rischio ipertensione

WhatsApp Share

Difficile resistere alla tentazione delle patatine fritte, un contorno sfizioso, ma anche uno spuntino fuori-pasto che fa gola in ogni momento.

Purtroppo per tutti i golosi di patatine fritte c’è una brutta notizia: se si mangiano 4 o più porzioni a settimana aumenta il rischio di ipertensione.

A spiegarlo è uno studio del Brigham and Women's Hospital (Bwh) pubblicato sul 'British Medical Journal’.

‘Abbiamo verificato che chi all'inizio non aveva un pressione arteriosa elevata dopo aver consumato 4 o più porzioni di patate alla settimana, in seguito ha visto saliere la pressione rispetto a chi ha mangiato solo una porzione al mese - spiega Lea Borgi, tra gli autori della ricerca - Inoltre abbiamo scoperto che chi ha sostituito una porzione di purè o di patatine al forno con un vegetale non amidaceo ha avuto un minor rischio ipertensivo’

Se volete uno snack sano forse dovreste farvi venire in mente qualcos'altro: le patine fritte sono grasse e forse cancerogene