Cosa sappiamo sulle coppette mestruali?

Uno studio dimostra che le coppette mestruali sono sicure e altrettanto efficaci dei tamponi

Anche se sono decenni che esistono, le coppette mestruali riutilizzabili sono assurte alla popolarità solo recentemente e, adesso, a certificare la loro efficacia arriva uno studio, pubblicato sulla rivista The Lancet Public Health, che spiega come, superato lo shock di cambiare mentalità sul modo di affrontare il ciclo, ci si trova di fronte a un prodotto confortevole esattamente come lo sono i tamponi e gli assorbenti, un prodotto che non presenta rischi per la salute e che, inoltre, è un'opzione facile e sostenibile.

Le coppette mestruali, generalmente, sono realizzate in silicone o in gomma e sono conformate per essere inserite nella vagina e per posizionarsi contro le pareti della stessa con un effetto a vuoto d'aria che impedisce al ciclo di fuoriuscire. Quando deve essere tolta, basta un dito per interrompere il vuoto d'aria e per rimuovere la coppetta: poi, si svuota il contenuto, la si lava e la si reinserisce – può rimanere dentro fino a 12 ore. Il costo iniziale delle coppette parte da 20 Euro, che è davvero molto basso contando che durano fino a 10 anni.

Per dimostrare sicurezza ed efficacia della coppetta, lo studio ha utilizzato i dati di oltre 3.000 persone in tutto il mondo e ha rivelato che non solo non ci sono rischi per la salute, ma le coppette sono anche leggere e facili da trasportare. Quindi, tolte alcune problematiche inerenti ai luoghi con un accesso limitato all'acqua pulita, le coppette potrebbero essere davvero utili per le persone delle comunità povere e rurali – visto l'economicità di acquisto.
Inoltre, lo studio ha rilevato che il 73% delle donne che le hanno utilizzate per la prima volta, ha espresso la volontà di continuare a utilizzarle.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER