Torna in commercio un pesticida tossico

L'EPA ha riapprovato l'uso di un prodotto che era stato dimostrato essere nocivo per le api

L'Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti (EPA) ha rimesso sul mercato del paese un pesticida noto per la sua tossicità nei confronti delle popolazioni di api. La sostanza chimica, il Sulfoxaflor, è prodotta dalla DowDupont, un'importante azienda chimica che ha contribuito con 1 milione di Dollari alla campagna elettorale del Presidente Trump.

La storia del Sulfoxaflor inizia nel 2013, quando il suo uso è stato approvato per la prima volta dall'EPA che, in seguito a questa mossa, ha subito contestazioni e opposizioni da parte di apicoltori e ambientalisti. Poi, nel 2015, è stata la Corte d'Appello degli Stati Uniti a ordinare all'EPA di sospendere l'approvazione della sostanza poiché la DowDupont non aveva fornito prove sufficienti a dimostrare che il loro prodotto non era nocivo per le popolazioni di api. Nonostante questa sentenza, però, il governo ha continuato a offrire delle «approvazioni di emergenza» per l'utilizzo del Sulfoxaflor e adesso ha ufficialmente riapprovato il suo uso su quasi 77 milioni di ettari di colture – mais, fragole, agrumi, zucche, ananas e soia.

Il punto è che questa decisione è stata presa nonostante gli studi dell'EPA dimostrino che la sostanza è «altamente tossica per le api mellifere in tutte le fasi della vita» e altrettanto tossica per le popolazioni di api native – e, nonostante questo, l'EPA ha dichiarato di essere entusiasta di poter revocare il divieto per l'uso di un prodotto agricolo così efficace.
Sono proprio i pesticidi come il Sulfoxaflor che hanno causato il rapido declino delle colonie di api al quale abbiamo assistito negli ultimi anni, quindi questa approvazione da parte dell'amministrazione Trump è una mossa davvero molto controversa che ha generato un polverone di dissenso.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER