Tornano i lupi a Roma

Dopo un secolo di assenza, avvistati nella periferia di Roma degli esemplari di lupo

Il lupo è l'animale simbolo di Roma da sempre: l'immagine della lupa che allatta i bambini è alla base delle tradizioni di fondazione di questa città. Secondo la mitologia romana, Romolo, fondatore di Roma, e suo fratello Remo sono stati cresciuti da una lupa in una grotta, dopo essere stati abbandonati sul Tevere. Eppure erano 100 anni che non si vedeva nemmeno un esemplare di lupo a Roma. Almeno fino ad ora.

'Attenti al lupo'? È una bufala. Guardiamo al lupo esaminando i fatti e senza lasciarci coinvolgere dalle leggende su questo animale.

Da qualche giorno, sono stati avvistati degli esemplari in una riserva naturale a Castel di Guido, a poca distanza dall'aeroporto internazionale Leonardo Da Vinci, nella parte ovest della capitale. Gli esperti stimano che ci siano almeno quattro lupi (due cuccioli e due adulti) che risiedono nella zona. Il ritorno di questa specie iconica a Roma è stato accolto molto bene sia dalle persone che dagli esperti.

Un tempo, i lupi venivano cacciati in Europa, sono stati cacciati così tanto da arrivare quasi all'estinzione e, in parte, questo fatto era da attribuirsi alla loro predazione degli animali da bestiame. I lupi di oggi sembrano non rappresentare più una minaccia in questo senso, visto che un'analisi delle loro feci ha dimostrato che si affidano quasi esclusivamente a una dieta di cinghiale, che è un animale abbondante nel Lazio.

In ogni caso, in Italia, l'uccisione dei lupi è stata promossa fino agli anni '70, ovvero fino a quando la popolazione non era scesa a circa 100 esemplari; nel 1971 i lupi hanno ricevuto lo status di animali protetti e, da allora, la popolazione è cresciuta, fino a circa 1.500-2.000 esemplari – con una popolazione particolarmente resistente nella regione montuosa ai confini con la Francia.

Insomma, questo «ritorno» a Roma è un segno importante, quasi romantico, che speriamo possa portare fortuna alle città italiane, alla natura italiana, a tutti.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER