Smartphone nelle cabine telefoniche

Negozi per la riparazione dei nostri dispositivi elettronici: è questo uno dei nuovi usi delle vecchie cabine telefoniche inglesi

Le vecchie cabine telefoniche rosse britanniche in origine ospitavano telefoni a pagamento. Chiaro che, nel corso degli ultimi due decenni, sono diventati ampiamente obsolete. Per questo, nonostante il loro fascino, la maggior parte di queste cabine è stata rimossa; tra quelle rimaste, molte sono state rinnovate e trasformate in nuovi progetti: stazioni di ricarica solare, piccolissime biblioteche di quartiere, uffici.

Tra le ultime idee, ce n'è una molto interessante dal punto di vista del passaggio di consegne e del recupero: le vecchie cabine telefoniche trasformate in negozi per la riparazione degli smartphone.

La società Lovefone  – che si occupa proprio di questo – sta ristrutturando 35 cabine telefoniche a tal fine. Si chiameranno «Lovefoneboxes» e le persone potranno ricaricare i loro telefoni, attaccarli alla rete, avere la connessione wi-fi gratuita e riparare i dispositivi in caso di danni. Un vero e proprio passaggio di consegne che porta l'utilizzo della cabina da parte degli stessi dispositivi che ne hanno causato la fine, facendola diventare inutile.

Ogni box di 1 metro quadrato sarà caratterizzato da un banco di lavoro, un pannello a parete forato, delle scaffalature per la strumentazione necessaria per le riparazioni e una cassaforte per custodire i dispositivi delle persone. Le pareti saranno protette da lastre in policarbonato infrangibile al posto dei vetri, ma le cabine non muteranno la loro forma in nessun modo – e ci saranno anche telecamere a circuito chiuso per la sicurezza.

La prima di queste cabine è stata già aperta, a Greenwich High Street a Londra, e altre sei stanno per aprire. Nei prossimi 18 mesi, si dovrebbe arrivare alle 35 preventivate. Dopo, il progetto, è di aprire anche dei franchising fuori da Londra.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER