Scienze: come hanno fatto i dinosauri a diventare uccelli?

Condividi questo articolo:

Uno studio pubblicato su Science, ricostruisce il processo che ha portato in 50 milioni di anni i giganti del Triassico a pesare meno di un chilo

Un tempo erano dinosauri, oggi sono uccelli. Una trasformazione da record, realizzata in 50 milioni di anni. Uno studio pubblicato su Science e realizzato da un gruppo di paleontologi del South Australian Museum, dell’University of Southampton e del Museo Geologico e Paleontologico ‘Giovanni Capellini’ di Bologna ha evidenziato come i grandi dinosauri del Triassico si siano piano piano ‘miniaturizzati’ per diventare i primi uccelli del pianeta. Un processo durato 50 milioni di anni che ha portato, secondo lo studio le dimensioni dei giganti della preistoria a diminuire di 12 volte, con una massa media passata dai 163 chilogrammi iniziali agli 0,8 chilogrammi che si stima pesasse Archaeopteryx in pratica il primo uccello conosciuto. Cinquanta milioni di anni sembrano tantissimi ma gli scienziati in realtà sostengono che questo processo sia avvenuto a una velocità 150 volte superiore rispetto ai normali tassi evolutivi. Le ragioni di questa evoluzione non sono ancora note, ma gli esperti ritengono che la ricerca di cibo e l’esigenza di sfuggire ai predatori abbia spinto questi animali sempre più a vivere sugli alberi e questo avrebbe innescato un’evoluzione diretta a ridurne le dimensioni. Per gli stessi motivi avrebbero sviluppato occhi e cervelli grandi, una visione stereoscopica che facilita i salti da un ramo all’altro, l’allungamento degli arti anteriori e il loro disaccoppiamento nei movimenti da quelli posteriori.

(A.S.)

Questo articolo è stato letto 6 volte.

cibo, dinosauri, evoluzione, pianeta, uccelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net